Cerca
martedì, 14 luglio 2020 ore 5:40
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS

Appalti Autostrade siciliane,
agli arresti anche consigliere
comunale di Castelbuono

C’è anche Angelo Puccia, ingegnere e consigliere comunale di Castelbuono, tra gli arrestati nell’ambito di una nuova bufera giudiziaria che si è abbattuta sul Cas, il Consorzio delle autostrade siciliane. L’inchiesta della Procura di Messina riguarda l’assegnazione di appalti per la Messina-Palermo e per la Messina-Catania. Si tratta di lavori di una certa rilevanza in un asse viario "già drammaticamente e notoriamente afflitto da gravi carenze strutturali". Il sistema funzizonava così. In cambio degli appalti sarebbero stati chiesti posti di lavoro e assunzioni di amici, parenti, conoscenti.
Puccia, che ha 60 anni, è finito agli arresti domiciliari. In consiglio comunale è stato eletto, alle ultime amministrative, nel gruppo dei Democratici per Castelbuono che sostiene il sindaco Mario Cicero. Il gruppo si è formato da un’uscita dal Pd in occasione dell’annuncio della candidatura di Cicero. Con Puccia sono stati raggiunti dalle misure cautelari un altro funzionario del Cas, Alfonso Edoardo Schepisi, ingegnere di 68 anni, sospeso dai pubblici uffici, e l’imprenditore Fabrizio Notari, 62 anni, rappresentante legale della Notari spa, a cui è stato vietato di partecipare a nuove gare d’appalto.
Nell’inchiesta condotta dalla Procura di Messina per corruzione, truffa, turbativa d’asta e falsità ideologica sono indagati altri cinque imprenditori. I magistrati indagano sull’assegnazione di appalti: alcuni sono considerati emblematici per il modo in cui sono stati gestiti. E tra questi figurano lavori di messa in sicurezza delle gallerie Tindari e Capo d’Orlando, lungo la A20 Messina-Palermo. I lavori – 25 milioni di euro è l’importo complessivo a base d’asta – sono stati aggiudicati nel 2015 all’Ati Luigi Notari spa - Costruzioni Bruno Teodoro spa, ditta in cui lavoravano familiari e persone vicine ai due funzionari indagati.
La Procura messinese sostiene che, per quanto l’offerta dell’Ati Notaro-Bruni, è stata considerata dalla commissione di gara "anormalmente bassa". Sulla base di una relazione presentata da Schepisi, l’ing. Puccia attestò che "l'offerta presentata dall’Ati Notari-Bruno" era "attendibile e affidabile" e che "le giustificazioni documentate" erano "sufficienti ad escludere l’incongruità dell’offerta".
L’inchiesta avrebbe messo in luce irregolarità anche nella realizzazione di un importante sistema di sicurezza delle gallerie, indispensabile per la sicurezza del traffico. Puccia avrebbe avallato la documentazione di Schepisi che in tal modo avrebbe percepito indebitamente gli incentivi previsti dal Consorzio per i progettisti. La somma, 47 mila euro, non sarebbe stata intascata per alcune irregolarità formali. Gli altri episodi contestati si sarebbero verificati in tempi più recenti, nell’ambito dei lavori "di ripristino dell’asfalto drenante" del viadotto Calamo, lungo la A 20.
Un altro progetto finito sotto inchiesta riguarda lavori diretti da Puccia per la riapertura della galleria Sant'Alessio, sull'autostrada A18 Messina-Catania. In questo caso l’ingegnere, secondo il gip che ha emesso i provvedimenti, non si sarebbe preoccupato di accertare la corretta realizzazione dei lavori ma si sareppe speso per «propiziare l’assunzione di un suo uomo di fiducia».
26.06.2020

Gli articoli in primo piano
AMBIENTE I volontari puliranno il porto di Cefalù. L’appuntamento è a Presidiana alle 9:30 di lunedì 13...
CRONACA Dopo tanti annunci ecco finalmente il collegamento diretto tra Cefalù e l’aeroporto di Punta...
CRONACA Il nuovo presidente dell’Ente Parco, Angelo Merlino, parla a Cefalù dei temi dello sviluppo e dei...
POLITICA Il presidente della Regione, usumeci, ha incontrato i presidenti dei Parchi naturali regionali. Con...
CRONACA Un appello al sindaco, all’Ente Parco e alla Regione è stato rivolto da un gruppo di persone, di...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Contatti: redazione@lavoceweb.com Direttore Responsabile: Franco Nicastro Copyrights 2008 © lavoceweb.com