Cerca
mercoledì, 17 aprile 2024 ore 10:36
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS

Crugnola fa il bis,
è sua la Targa Florio

Applausi a Marco Runfola terzo
Andrea Crugnola e Pietro Elia Ometto sono gli eroi della 107^ Targa Florio. Al termine di una prestazione impeccabile l’equipaggio campione d’Italia in carica ha conquistato per la seconda volta in carriera il prestigioso trofeo nella corsa più antica del mondo organizzata dall’Automobile Club Palermo con la collaborazione dell’Automobile Club d’Italia, inserendo il loro nome in un albo d’oro che include i più grandi campioni di sempre.
La loro è stata una gara di supremazia con un controllo totale e una sintonia completa con la Citroen C3 Rally2 iscritta per la Easi srl. Come si racconta nelle più emozionanti storie di motori che si sposano perfettamente con il fascino e il prestigio della Targa Florio, Crugnola non ha sbagliato: ha spinto, ha costruito il margine, ha gestito orientato all’unico obiettivo di alzare nuovamente la Targa Florio che prosegue una storia centenaria fatta di motori e passione. Così alla presenza del sindaco di Termini Imerese, Maria Terranova, e dei vertici di Aci Sport con il direttore generale di Aci Sport Marco Rogano, Crugnola ha alzato al cielo la sua soddisfazione sullo splendido Belvedere principe di Belmonte.
Crugnola ha messo la sua firma su cinque delle nove prove speciali in programma, lasciandone due a Giandomenico Basso, e una a testa a Fabio Andolfi e Marco Runfola, un terzetto che ha tenuto alte le palpitazioni dei cuori per la conquista delle posizioni sul podio.
Al termine di questa appassionante sfida sulle speciali madonite il secondo posto è andato a Giandomenico Basso e Lorenzo Granai con la nuova Skoda Fabia RS della scuderia Movisport che, dopo essere stati in lotta con Crugnola in avvio, separati di pochi decimi, hanno dovuto rimontare un distacco più pesante a causa di un problema con lo sgancio del freno a mano e si sono fermati a 20.9 secondi dai vincitori.
Ovazione del pubblico di casa per il cefaludese Marco Runfola navigato da Corinne Federighi che su Skoda Fabia Rally2 Evo della Island Motorsport ha chiuso terzo a 28.3 secondi. Il trentanovenne si è ritagliato uno spazio tra i grandi dapprima vincendo la PS4 Cefalù e poi salendo al secondo posto, salvo poi cedere al ritorno di Basso nel finale. Una soddisfazione impagabile per tutto il motorsport siculo che ha seguito la gara di Runfola con trepidazione sperando di rivedere un pilota locale sul podio come non accadeva dal 2018 con la vittoria di Andrea Nucita.
Appena sotto il podio hanno quindi chiuso Fabio Andolfi e Nicolò Gonella su Skoda Fabia Rally2 Evo (scuderia La Superba) che hanno disputato una bella gara. Il podio è sfuggito loro per soli 2 secondi ma nelle fasi finali della corsa il savonese è stato bravo a difendersi dagli attacchi del compagno di colori Bostjan Avbelj, navigato da Damjan Andrejka, che ha tagliato il traguardo al quinto posto staccato di 32.5 con un’altra Skoda Fabia Rally2 Evo.
Successo nel Campionato Italiano Rally Junior per Davide Pesavento e Marco Frigo che l’hanno spuntata tra gli 11 equipaggi Under 28 al via con altrettante Clio Rally5. La Targa Florio era la prima gara stagionale di questa serie sulla quale la Federazione sta investendo molto per permettere ai giovani di confrontarsi con l’alto livello della serie nazionale. La gara ha anche inaugurato il Campionato Regionale promosso dalla Delegazione ACI Sport Sicilia.
In alto i colori della Trinacria nella Coppa Rally di 8^ zona con il bis del palermitano Marco Pollara navigato da Maurizio Messina su Skoda Fabia Rally2 Evo della CST Sport. Gara a senso unico per Pollara che ha vinto tutte le prove speciali, ma non per questo sfida poco emozionante dato che la battaglia per il podio è stata oltremodo avvincente e si è giocata sui decimi di secondo. Al termine sul secondo gradino del podio sono saliti gli agrigentini Maurizio Mirabile e Calogero Calderone con l’aggressiva Renault Alpine A110 sempre della CST Sport, avanti per soli due secondi sul compaesano Agostino Craparo affiancato dal nisseno Giovanni Lo Verme su una sempreverde Mitsubishi Lancer IX della RO Racing. Quarto posto per i messinesi Carmelo Galipò e Tino Pintaldi autori di una decisa rimonta su Skoda Fabia Rally2 Evo (Nebrosport) staccati da Craparo di appena 6 decimi.
Bella e incerta anche la gara della Targa Florio Historic valida per il Campionato Italiano Rally Auto Storiche e quella della Targa Florio Historic Regularity Rally valida per il Campionato Italiano Regolarità a Media.
06.05.2023

Gli articoli in primo piano
CRONACA Il sito della Voce è in manutenzione. Il suo contenuto è consultabile ma non viene aggiornato. Ci...
CULTURA & SPETTACOLI Mille ritratti per una foto. Potrebbe essere tradotto così il progetto che porta a Cefalù uno...
CRONACA Presso la chiesetta di contrada Guarneri, la libera associazione contrade Cefalù est (Lacce) ha...
CRONACA Si sono finalmente conclusi i lavori di rigenerazione e adeguamento del palazzetto dello sport...
AMBIENTE Attivato l'ecocompattatore "Mangiaplastica" per la riduzione delle bottiglie per bevande in Pet in...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Contatti: redazione@lavoceweb.com Direttore Responsabile: Franco Nicastro Copyrights 2008 © lavoceweb.com Privacy Policy