Cerca
mercoledì, 01 febbraio 2023 ore 7:17
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS

Elezioni, Librizzi candidato
per il Senato nella lista Pd

Indiscrezioni confermate. Il sindaco di Polizzi Generosa, Gandolfo Librizzi, sarà candidato al Senato nella lista del Pd nl collegio plurinominale della Sicilia occidentale (Palermo, Trapani, Agrigento e Caltanissetta). “Ne sono onorato – ha detto Librizzi – perché è stato riconosciuto l’impegno politico di una vita e quello attuale di sindaco”.
La conferma della candidatura è venuta dalla direzione del Pd riunita ieri sera per definire la composizione delle liste. Le prossime elezioni politiche rappresentano per Librizzi “uno snodo storico di grandissimo rilievo per i diversi profili che sono in gioco: visione della vita nazionale, collocazione dell’Italia nel contesto europeo e nel concerto delle nazioni democratiche e degli equilibri mondiali, profilo dell’orizzonte di riforma della Costituzione, attuazione dei diritti di cittadinanza, di inclusione sociale e culturale, considerazione del lavoro tanto di chi intraprende e produce quanto dei lavoratori, riscatto del Sud rinchiuso in una perenne, quanto irrisolta questione meridionale, per non dire di tutto il resto a partire dai temi caldi del momento dalla crisi sociale e delle nuove povertà per finire alle politiche ambientali ed energetiche connesse ai cambiamenti climatici (temi mai abbastanza al centro del dibattito)”.
“Quale che sia il posto della lista dove si è candidati – aggiunge Polizzi – bisogna mobilitarsi e assumersi in prima persona, insieme a tanti altri, la responsabilità di un’azione comune per affermare, nel gioco democratico, idee e valori di un orizzonte riformista europeo, più che mai imprescindibile nell’attuale snodo storico. Per me è certamente una sfida di livello superiore”.
In una nota su Facebook Librizzi si presenta soprattutto come un riferimento per il territorio delle Madonie ma allarga lo sguardo all’intera provincia e all’area metropolitana. E sostiene: “Avvertivo e sento che non bisognava tirarsi indietro ma condividere e concorrere a costruire quel senso comune di comunità e di società solidale e aperta, per provare ad affermare e far vincere, insieme a tanti altri, quest’altra visione, quest’altra idea, di un’Italia unita da Sud a Nord, saldamente ancorata dentro il concerto di un’Europa Unita, patria comune dei cittadini europei. Ecco, la mia piccola storia personale di passione politica, quel poco o molto che posso rappresentare con altri, non solo di un territorio, le Madonie, e di un’intera provincia, quella di Palermo, sono ora a servizio di un maggiore impegno democratico”.
“Spero di esserne all’altezza” è la conclusione che dà il via alla sfida.
16.08.2022

Gli articoli in primo piano
CRONACA L’ospedale Giglioùha attivato un nuovo ambulatorio multidisciplinare per la prevenzione, diagnosi...
SPORT La Targa Florio, edizione 107, svela le prime sorprese. La gara automobilistica più antica del...
CRONACA Il fascino del mare d’inverno, la bellezza del borgo e insieme luminarie, proiezioni...
CRONACA Confermata in appello la condanna a 30 anni per Loredana Graziano accusata di avere avvelenato il...
CRONACA Dodici incidenti, di cui quattro causati da “slittini pirata”. Primo fine settimana di intenso...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Contatti: redazione@lavoceweb.com Direttore Responsabile: Franco Nicastro Copyrights 2008 © lavoceweb.com Privacy Policy