Cerca
giovedì, 30 giugno 2022 ore 21:57
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS

Elezioni, la sfida di Cefalù
tra passato e rinnovamento

Il voto nei paesi delle Madonie
La sfida più importante, e più significativa, è quella di Cefalù. Ma non sono meno accesi i confronti che hanno dominato la scena politica di Castelbuono, Gangi, Petralia Sottana e Soprana, Castellana Sicula e Isnello. Sono i centri nei quali si vota nelle Madonie tra proposte di conferma, figure conosciute ma anche forti spinte al rinnovamento.
E proprio a Cefalù questo confronto ha assunto un senso emblematico. Sono tre i candidati in campo: Daniele Tumminello per il centrosinistra, Simona Vicari per il centrodestra e Giuseppe Pippo Abbate per una formazione composita che si definisce civica e trasversale. Simona Vicari è stata già sindaco per dieci anni a Cefalù, Abbate lo è stato a Pollina e a Lascari. Tumminello ha una connotazione politica che combina elementi di forte novità (molti giovani nella sua lista) con salde radici nell’amministrazione uscente di Rosario Lapunzina (che ora si ripropone ma come capolista e potenziale vice sindaco).
Il confronto ha proposto i temi e i toni classici di una campagna elettorale che negli ultimi giorni è diventata molto intensa e certamente calda. Su un punto soprattutto: l’uscita dal rischio di un dissesto finanziario del Comune legato ai debiti ereditati dal passato. Ed è questo il merito principale rivendicato dall’amministrazione uscente. Ma non l’unico. Tra i risultati positivi Lapunzina, per esempio, ha indicato il servizio di smaltimenti dei rifiuti, una nuova gestione dei parcheggi e delle strisce blu, la chiusura delle controversie per il dissalatore (un impianto che “erogava acqua e succhiava sangue, al costo di centomila euro al mese, oltre oneri di energia elettrica”), la stabilizzazione del personale, le varianti migliorative del piano di raddoppio ferroviario, l’illuminazione pubblica, il potenziamento dell’illuminazione pubblica. E tanti altri progetti per opere pubbliche che partiranno a breve.
Sul passato il giudizio è stato lapidario: “È un periodo della storia della città che è andato e non tornerà più. Come non potranno più tornare le privatizzazioni selvagge che erano alla base di quel modo di amministrare”.
Dall’altro fronte sono arrivati impegni per interventi che mirano a sviluppare in senso moderno ed efficiente l’industria turistica.
Negli ultimi giorni è cresciuta la mobilitazione nella convinzione che comunque tutto si deciderà per pochi voti. Tumminello ha impresso alla sua campagna una nuova accelerazione con comizi molto partecipati e una presenza di giovani e di esponenti del mondo cattolico e della società civile.

CASTELBUONO – È ancora Mario Cicero il candidato sindaco a occupare un posto centrale nella scena politica di Castelbuono. Il quadro politico si completa con altri due candidati: Anna Maria Cangelosi, espressione di un composito fronte democratico, e Antonio Maiorana.

ISNELLO – È sfida a due a Isnello tra il sindaco uscente Marcello Catanzaro, avvocato, e il giornalista Gianpiero Caldarella. La campagna elettorale è stata vissuta tra qualche fuoco iniziale e un confronto più disteso nelle ultime battute. Catanzaro è di nuovo in campo con la lista Partecipazione Impegno 2.0 e Caldarella si propone con Fare comunità. Il primo rivendica una gestione improntata all’efficienza, Caldarella punta sul rinnovamento e sull’aggregazione sociale, un progetto che si riassume appunto nella denominazione della lista.
L’unità della comunità è l’obiettivo per il quale Caldarella ha pensato a figure che appartengono a generazioni diverse e che non hanno avuto significative esperienze nella storia politica di Isnello. A questo profilo sono riconducibili i due assessori designati, Filippo Alfonso e Antonio Norato.

GANGI – A Gangi è sfida aperta tra un ex sindaco, Giuseppe Ferrarello, e una vice sindaca uscente, Marilina Barreca. Sono due figure molto note nel panorama politico della cittadina. Ferrarello, collegato con la lista Progetto Comune, ha guidato l’amministrazione ed è stato candidato anche alle regionali. Si collocava nell’area del centrosinistra ma da qualche anno ha allargato il suo orizzonte anche se, in questa occasione, si presenta come espressione di forze civiche. La sua avversaria, Marilina Barreca, è medico veterinario, imprenditrice, moglie del presidente della Pro Loco. È sostenuta dalla lista “Rigenerazioni Gangi” nella quale si ritrova Giandomenico Lo Pizzo, pure assessore uscente. Negli ultimi tre anni è stata la vice del sindaco uscente Francesco Paolo Migliazzo che ha guidato il paese in una fase molto difficile alle prese con l’emergenza degli incendi che hanno arrecato danni gravissimi all’agricoltura e alla zootecnia. Barreca rivendica un impegno politico-amministrativo consolidato e sottolinea la novità di potere diventare la prima donna sindaco del paese.

PETRALIA SOTTANA E PETRALIA SOPRANA – Sono scontri a due, quindi molto secchi, quelli che si giocano a Petralia Sottana e a Petralia Soprana. Sono confronti molto semplificati. A Petralia Sottana sono in campo il sindaco uscente Leonardo Neglia, sostenuto da Unità cittadina Petralia, e Pietro Polito, alla sua prima esperienza politica, espressione della lista Idea Civica Petralia. A Petralia Soprana c’è un déjà vu: la nuova sfida tra il sindaco uscente Pietro Macaluso (Insieme verso il futuro) e Francesco Gennaro (SiAmo Petralia Soprana). Ed è una sfida che un sapore tutto locale.
10.06.2022

Gli articoli in primo piano
CRONACA Due procedure per l’impianto di neurostimolatori midollari sono state effettuate alla Fondazione...
CRONACA Ora si può osservare il nuovo prospetto della chiesa di Santo Stefano Protomartire di Cefalù detta...
POLITICA Daniele Tumminello è tornato nell’aula consiliare di Cefalù. Stavolta come sindaco che ha...
CRONACA Giuseppe Capuana si insedia alla guida del Lions club Cefalù. La cerimonia del passaggio della...
POLITICA Francesca Salva Mancinelli è il quinto assessore di Cefalù. Per lei è una conferma. Con Laura...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Contatti: redazione@lavoceweb.com Direttore Responsabile: Franco Nicastro Copyrights 2008 © lavoceweb.com Privacy Policy