Cerca
martedì, 18 gennaio 2022 ore 19:36
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS

A Presidiana nascerà
un nuovo potabilizzatore

Finanziato un progetto da 25 milioni
A Presidiana nascerà un nuovo potabilizzatore. Lo prevede un progetto dell’Amap finanziato con i fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza: 25 milioni per il nuovo impianto che ridurrà la salinità dell’acqua e incrementerà la dotazione idrica della città. I progetti approvati dal governo due due: oltre al nuovo potabilizzatore di Cefalù si farà un profondo ammodernamento e potenziamento del potabilizzatore Cicala di Partinico. È “un risultato eccezionale”, dice l’amministratore unico di Amap, Alessandro Di Martino. “Conferma la capacità della nostra azienda di progettare e trovare risorse utili per il potenziamento del sistema idrico a servizio della città e della provincia di Palermo".
L'Amap ha presentato un progetto complessivo di ammodernamento e potenziamento del Sip, il Sistema idrico Palermo. I due progetti approvati serviranno a risolvere alcuni problemi che si sono manifestati in questi mesi.
In particolare, a Cefalù è prevista la realizzazione di un nuovo potabilizzatore nelle vicinanze della sorgente “Presidiana”, in prossimità della Rocca. Il nuovo impianto renderà potabile l’acqua della sorgente che oggi presenta alti tassi di salinità e ciò aumenterà la disponibilità idrica di almeno 500 litri al secondo, con un beneficio non solo per Cefalù ma per tutti i comuni della fascia costiera sud-orientale fino a Palermo. Il valore del progetto è stimato in circa 25 milioni di euro di cui 23,9 finanziati dal Pnrr. I lavori comprendono anche interventi di ammodernamento dei serbatoi e delle condotte, oltre che opere accessorie per la viabilità delle zone interessate.
Il secondo progetto che il governo nazionale ha approvato e finanziato riguarda invece il potabilizzatore Jato di Partinico. Ha anch’esso un valore di circa 25 milioni di euro di cui 24,4 a carico del Pnrr. In questo caso, i tecnici dell’Amap sono partiti dalla constatazione del peggioramento della qualità dell’acqua invasata nella diga Poma e dal calo delle sorgenti accessorie che servono i comuni della costa nord-occidentale da Isola delle Femmine fino a Balestrate.
14.01.2022

Gli articoli in primo piano
CRONACA Per Simona Vicari arriva dalla magistratura di Trapani l’accusa di corruzione. Rinviata a...
CRONACA Il Parco delle Madonie e i Comuni faranno parte della nuova società di gestione degli impianti di...
CRONACA Sono già circa 300 i giovani siciliani candidati al progetto “Campus Sicilia”, una trentina dei...
CRONACA È morto a Palermo Michele Sarrica ex dirigente generale della Regione siciliana. Si è spento a 79...
CRONACA Il Comune di Cefalù assume a tempo indeterminato. Sono tre i bandi di concorso per quattro posti di...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Contatti: redazione@lavoceweb.com Direttore Responsabile: Franco Nicastro Copyrights 2008 © lavoceweb.com Privacy Policy