Cerca
martedì, 07 dicembre 2021 ore 13:43
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS

Gli aromi delle Madonie
nella catena gastronomica

Le erbe aromatiche delle Madonie in mostra giovedì 18 novembre nel salotto letterario di Donna Amunì a Palermo. L’appuntamento rientra nel programma di valorizzazione delle eccellenze agroalimentari siciliane “In Mostra” organizzato dalla fondazione Bartolo Fazio e Idimed. Il salotto di “Donna Amunì” per l’occasione si è trasformato in un vero e proprio hub enogastronomico nel quale poter gustare alimenti importanti per la dieta Mediterranea. Gli eventi che si terranno tutti i giovedì fino alla fine di dicembre. Il ciclo mira a rafforzare la consapevolezza sulla “qualità dei prodotti” e pone al centro le antiche tradizioni ma soprattutto le nuove “conoscenze” e sperimentazioni enogastronomiche portate avanti dagli attori siciliani della biodiversità agroalimentare: i produttori e i coltivatori locali.
Questo giovedì sarà la volta delle erbe aromatiche delle Madonie con la presentazione del polo “Aromatiche Madonie” (Misura 16.4 – GAL ISC Madonie) che vede capofila l’azienda agricola Dante Gangi affiancata da partner particolari quali il Museo naturalistico Francesco Minà Palumbo di Castelbuono, l’azienda Aromi di Mascarella, la coop Petra Viva Madonie e l’istituto Idimed.
“Con piacere – afferma il presidente del Gal Madonie, Francesco Migliazzo – accogliamo la nascita del polo Aromatiche Madonie al quale, a breve, arriverà il contributo del GAL che ci auguriamo possa dare una marcia in più a questi produttori che hanno investito sul territorio madonita. Quello che producono è già di alta qualità e quindi il passo verso il successo sarà breve. Il GAL Madonie – conclude Migliazzo – sarà sempre al loro fianco così come a tutti coloro che credono nell’agricoltura.”
In occasione dell’incontro si parlerà anche degli aspetti botanici, salutistici, nutrizionistici, gastronomici e multifunzionali (turismo) delle erbe aromatiche di Sicilia e in particolare di quelle madonite.
“Un progetto integrato – afferma don Giuseppe Amato presidente della Fondazione Bartolo Fazio - che fa dialogare chi lavora nel comparto della cultura, dell'agricoltura, della salute e della promozione al fine di qualificare la filiera delle Aromatiche delle Madonie. Per generare sviluppo sostenibile dei territori”.
Saranno presentati e degustati i prodotti (biscotti e amari) dell’azienda “Aromi” di Mascarella, il “condimento” dell’azienda “Gangi Dante”, capofila del progetto. Non mancherà il cocktail preparato dall’Associazione Bartending Sicilia con gli amari di Nino Azzarello e i formaggi aromatizzati al timo e al peperoncino delle Madonie del Caseificio di Bompietro di Giovanni Messina. Una chicca saranno i biscotti alla lavanda del Casale Firrantello.
16.11.2021

Gli articoli in primo piano
CRONACA Don Lorenzo Marzullo, straordinaria figura di sacerdote impegnato nella promozione sociale, è morto...
COMUNI Presentata dal sindaco Pietro Macaluso la relazione sull’attività svolta dal giugno 2020 al...
CRONACA Pasquale Culotta, Angela Diana Di Francesca, Nico Marino, Pietro Saja, Luciana Frezza, Rosario...
CRONACA Il Comune di Cefalù dovrà pagare al Comune di Collesano 465 mila euro circa per il conferimento di...
CRONACA Il Tribunale di Termini Imerese ha condannato la Fondazione Giglio di Cefalù al pagamento delle...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Contatti: redazione@lavoceweb.com Direttore Responsabile: Franco Nicastro Copyrights 2008 © lavoceweb.com Privacy Policy