Cerca
martedì, 07 dicembre 2021 ore 13:14
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS

Ilardo e la programmazione,
strada di un sogno a Cefalù

Il ruolo di Rosario Ilardo nella programmazione e nello sviluppo di Cefalù sarà ripercorso sabato 2 ottobre alle ore 17, presso l’Ottagono di Santa Caterina, con la presentazione del libro postumo dell’ex sindaco (Programmazione. La strada di un sogno), curato dal prof. Marcello Panzarella. Si tratta di una preziosa intervista a Rosario Ilardo, rilasciata qualche anno prima della sua scomparsa (2019), puntualmente raccolta da Panzarella in un bel volume edito da Edizioni Arianna. In queste pagine si fa tesoro e memoria di quella felice esperienza maturata tra i primi anni ’60 e la metà degli anni ’80. Ilardo era impegnato politicamente dapprima come giovane assessore, al fianco del sindaco Giuseppe Giardina, poi come sindaco, infine, professionalmente, come segretario generale del Comune di Cefalù.
Erano anni di grande fermento culturale, politico e amministrativo, «ricordati – scrive Panzarella nell’introduzione – come quelli dell’introduzione di una modalità di approccio al governo della città del tutto nuova: quella della programmazione, uno strumento di grande utilità sufficientemente duttile e straordinariamente efficace per la migliore organizzazione delle attività di amministrazione più complesse […] indispensabili per lo sviluppo migliore e più equilibrato di tutta una comunità, dalla scala nazionale a quella locale».
La programmazione, strumento di lavoro apparentemente appannaggio delle pubbliche istituzioni e delle grandi aziende private, in realtà irrompe nel nostro quotidiano più di quanto si possa immaginare, coinvolgendo anche altre realtà socio-culturali, dalle comunità ecclesiali all’associazionismo. Essa costituì per Rosario Ilardo, osserva ancora Panzarella, «una dolce ossessione […], una risorsa da applicare immediatamente sul campo delle sue prime prove professionali, amministrative e politiche. Lo fece con una dedizione, una convinzione e una costanza tali da ottenere risultati che, in un tempo tutto sommato breve, assommarono ad una mole impressionante di provvedimenti e di risultati concreti, tutti a favore della crescita armonica della città e del suo territorio. Oggi, che il contesto generale e locale è ben diverso, impaniato nella perdita totale delle capacità di visione e progetto di tutto un Paese, quell’esperienza merita di essere raccontata»
L’incontro, promosso dalla Comunità Masci, con il patrocinio del Comune di Cefalù, sarà introdotto e moderato da Giovanni Cristina. Porgeranno il loro saluto il sindaco Rosario Lapunzina e il presidente del Consiglio comunale Giovanni Iuppa. Interverranno l’editrice Arianna Attinasi, Nuccio Vara e Marcello Panzarella. Concluderà, con i ringraziamenti e non solo, Lorenzo Ilardo.
27.09.2021

Gli articoli in primo piano
CRONACA Don Lorenzo Marzullo, straordinaria figura di sacerdote impegnato nella promozione sociale, è morto...
COMUNI Presentata dal sindaco Pietro Macaluso la relazione sull’attività svolta dal giugno 2020 al...
CRONACA Pasquale Culotta, Angela Diana Di Francesca, Nico Marino, Pietro Saja, Luciana Frezza, Rosario...
CRONACA Il Comune di Cefalù dovrà pagare al Comune di Collesano 465 mila euro circa per il conferimento di...
CRONACA Il Tribunale di Termini Imerese ha condannato la Fondazione Giglio di Cefalù al pagamento delle...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Contatti: redazione@lavoceweb.com Direttore Responsabile: Franco Nicastro Copyrights 2008 © lavoceweb.com Privacy Policy