Stampa articolo

Buonfornello, altro corriere bloccato con 33 chili di droga

Grazie al fiuto del cane "Mia"
Ancora Buonfornello, sempre più snodo cruciale del traffico della droga. Stavolta è stata la Guardia di finanza a bloccare a Buonfornello un corriere della droga: trasportava 33 chili di sostanza stupefacente destinati presumibilmente al mercato palermitano. E ancora una volta a scoprire tutto è stato il cane antidroga “Mia” che è stato già protagonista di altre operazioni. Il corriere sarebbe un operaio incensurato ddi 28 anni originario di Siderno (Reggio Calabria). Nel comunicato che dà conto del sequestro la Guardia di finanza scrive che l’uomo “durante le procedure di identificazione si è mostrato subito agitato e insofferente”. Calcola la Guardia di finanza che la sostanza stupefacente, una volta immessa sul mercato, avrebbe fruttato al dettaglio ricavi per due milioni e mezzo di euro. Gli investigatori del nucleo di polizia economico finanziaria del Gico stanno cercando di ricostruire l’ultima tratta della droga fra la Calabria e la Sicilia: è probabile che una fornitura così grossa non fosse destinata solo al mercato palermitano, ma anche a quello trapanese e agrigentino.
22.09.2022