Stampa articolo

Termini dice no a modifiche del circuito della Targa Florio

Il sindaco di Termini Imerese, Maria Terranova, rinnova il suo no e quello di altri comuni alla modifica del circuito storico della Targa Florio, la più antica gara automobilistica promossa nel 1906 da Ignazio Florio. La variazione del percorso è conseguenza del progetto di Rfi per il potenziamento della tratta Palermo- Catania-Messina, che ricade in prossimità delle Tribune di Floriopoli. Sono previsti il raddoppio della linea ferrata, un viadotto e una rotonda da realizzare, in parte, nel circuito della Targa. “In questo modo - dice Maria Terranova – si mette a rischio la straordinaria bellezza e la storia del nostro territorio”. In questi giorni il sindaco, insieme con il collega di Cerda e alla città metropolitana ha incontrato il commissario straordinario del Pnrr per le opere per il sud al quale, oltre alle preoccupazioni, ha presentato soluzioni alternative. “I ministeri - afferma - non possono non tenere conto dei sindaci (e quindi dei cittadini) dei territori interessati. Il rischio è che pur di spendere soldi (del Pnrr) lo si faccia mettendo a rischio un patrimonio dal valore inestimabile. Chiaramente ci aspettiamo una forte e chiara presa di posizione anche e soprattutto da parte della Regione siciliana”.
04.03.2022