Cerca
giovedì, 30 giugno 2022 ore 21:50
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS

Cefalù, due anni di Daspo
all’uomo terrore dei pub

Stesso divieto per altri due violenti
Il questore di Palermo ha emesso il “Daspo Willy” nei confronti di un uomo residente a Cefalù che ultimamente, in diverse occasioni, si era reso protagonista di episodi di violenza e aggressione fisica all’interno e nei pressi di vari locali pubblici della città.
Da diverso tempo l’uomo era solito recarsi, la sera, già ubriaco, presso i locali cittadini pretendendo di consumare altro alcool. Al netto rifiuto degli esercenti, reiteratamente reagiva con condotte violente, gravi minacce anche di morte.
L’uomo si è reso autore in molte occasioni di colluttazioni corpo a corpo anche con le forze di polizia, venendo deferito in più occasioni per i reati di ubriachezza, minaccia, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.
La costante presenza dell’uomo in pub e locali di pubblico trattenimento, attese le condotte prevaricatorie continuamente agite, ha rappresentato una minaccia per la regolare attività degli esercizi pubblici di Cefalù che, nel corso del tempo, hanno anche subito gravi danni economici in quanto molti avventori e clienti hanno preferito evitare di frequentarli per timore di rimanere coinvolti nelle violenze.
Con la misura monitoria del Daspo Willy è stato imposto all’uomo, per 2 anni, il divieto di accesso e di stazionamento nei pressi di diversi locali pubblici di Cefalù, dove si è reso protagonista delle azioni di violenza, nonché nelle strade e nelle vie limitrofe.
Inoltre, considerata la spiccata pericolosità sociale dimostrata e tenuto conto della palesata tendenza alla reiterazione dei reati, il divieto è stato aggravato dall’obbligo di comparire personalmente, nel fine settimana, presso gli uffici di polizia.
Altro “Daspo Willy” è stato emesso nei confronti di due palermitani che si sono resi congiuntamente protagonisti del pestaggio di un uomo nei pressi di un pub di Cefalù. La vittima veniva colpita ripetutamente sotto gli occhi atterriti dei clienti del locale e delle altre persone presenti sul posto.
La misura si è resa necessaria, spiega la questura, poiché sebbene già deferiti ripetutamente in passato all’Autorità giudiziaria e condannati con sentenze irrevocabili, i due aggressori “perseverano in una condotta antigiuridica anche pubblicamente nelle immediatezze di locali pubblici, agendo condotte penalmente rilevanti e pericolose con riguardo alla tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica”.
Con il Daspo è stato imposto ai responsabili dell’aggressione il divieto di accesso e di stazionamento nei pressi del pub per 2 anni, nonché nella via limitrofa.
Vista la spiccata pericolosità sociale dimostrata dai due soggetti e tenuto conto della manifesta personalità criminale e della tendenza alla reiterazione dei reati, il divieto è stato aggravato dall’obbligo di comparire personalmente presso gli uffici di polizia.
07.06.2022

Gli articoli in primo piano
CRONACA Due procedure per l’impianto di neurostimolatori midollari sono state effettuate alla Fondazione...
CRONACA Ora si può osservare il nuovo prospetto della chiesa di Santo Stefano Protomartire di Cefalù detta...
POLITICA Daniele Tumminello è tornato nell’aula consiliare di Cefalù. Stavolta come sindaco che ha...
CRONACA Giuseppe Capuana si insedia alla guida del Lions club Cefalù. La cerimonia del passaggio della...
POLITICA Francesca Salva Mancinelli è il quinto assessore di Cefalù. Per lei è una conferma. Con Laura...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Contatti: redazione@lavoceweb.com Direttore Responsabile: Franco Nicastro Copyrights 2008 © lavoceweb.com Privacy Policy