Cerca
martedì, 18 gennaio 2022 ore 21:04
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS
CONVEGNO INTERNAZIONALE DAL 7 AL 9 GENNAIO

Sul Medioevo multiculturale
studiosi a confronto a Cefalù

Il Medioevo non era poi un periodo così oscuro come una vulgata antistorica vorrebbe sostenere. È tutto da rileggere, tra luci e ombre, anche il suo tratto culturale e soprattutto multiculturale. È la proposta di un convegno internazionale che si terrà a Cefalù (sala delle Capriate) dal 7 al 9 gennaio per iniziativa del Centro studi Ruggero II.
Il Centro è nato tre anni fa con una convenzione tra la cattedra di Storia medievale dell’Università di Messina e il Comune di Cefalù. Questo è il secondo appuntamento dopo quello inaugurale che nel febbraio 2020 fu dedicato alla figura e al mondo di Ruggero II d’Altavilla.
Il convegno di quest’anno ha un titolo significativo: Governare la Multiculturalità nel Medioevo. Alla tre giorni di studi e di dibattiti partecipano accademici e studiosi italiani, spagnoli, inglesi, portoghesi, tedeschi chiamati ad approfondire, con particolare riferimento al regno di Sicilia, ma con aperture al mondo mediterraneo ed europeo, un tema stimolante ancora oggi. L’obiettivo è quello di verificare se, e in che misura, le realtà politiche del Medioevo siano riuscite a governare uno degli aspetti più problematici e di difficile risoluzione, ma al tempo stesso più frequenti, della vita delle società umane. Non mancherà un intervento, affidato a Bruno Figliolo dell’Università di Udine, sul caso Cefalù.
“La multiculturalità presente in Sicilia sotto il regno degli Altavilla generò, proprio nel secolo che conobbe le crociate, anche l’arte arabo-normanna, nel 2015 riconosciuta dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità”, dice Vincenzo Garbo, assessore alle politiche culturali del Comune di Cefalù, e uno dei promotori dell’incontro. Terrà anche una relazione sul sincretismo culturale nel Medioevo e sulle prospettive di sviluppo socio-economico del sito seriale arabo-normanno Palermo e le cattedrali di Cefalù e Monreale.
“II convegno – sostiene Garbo – ha l’ambizione di contribuire a ribadire il valore sociale della ricerca storica nel mondo di oggi. Riteniamo che la storia sia fondamentale per contribuire a maturare la consapevolezza di quello che siamo nel tempo presente e costruire la visione della società futura”.
06.01.2022

Gli articoli in primo piano
CRONACA Mortale incidente sul lavoro a Termini Imerese. Un operaio di di 57 di Misilmeri, Francesco Corso,...
CRONACA Per Simona Vicari arriva dalla magistratura di Trapani l’accusa di corruzione. Rinviata a...
CRONACA Il Parco delle Madonie e i Comuni faranno parte della nuova società di gestione degli impianti di...
CRONACA Sono già circa 300 i giovani siciliani candidati al progetto “Campus Sicilia”, una trentina dei...
CRONACA È morto a Palermo Michele Sarrica ex dirigente generale della Regione siciliana. Si è spento a 79...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Contatti: redazione@lavoceweb.com Direttore Responsabile: Franco Nicastro Copyrights 2008 © lavoceweb.com Privacy Policy