Cerca
sabato, 23 ottobre 2021 ore 14:40
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS

Senza indennità, sit-in
dei lavoratori Bienne Sud

Non si ferma la protesta di circa 50 lavoratori della “Bienne Sud”, ex indotto Fiat che da due giorni sono in sit-in in piazza Duomo: chiedono certezze per il loro futuro. Al Comune sono stati momenti di confronto con le organizzazioni sindacali di categoria, i lavoratori e alcuni rappresentanti del comitato dei sindaci per la salvaguardia e la valorizzazione dell’area Industriale di Termini Imerese. Unanime è l’obiettivo immediato da raggiungere: la proroga dell'indennità anche per l'anno 2021 e per la quale esistono le risorse regionali.
Il sindaco Maria Terranova, a nome del comitato dei sindaci, ha scritto al Ministero del lavoro e delle politiche sociali e all’assessore regionale della famiglia e delle politiche sociali per segnalare che questi lavoratori, pur facendo parte dell’area di crisi industriale complessa di Termini Imerese, risultano a tutt’oggi esclusi dagli ammortizzatori sociali a differenza degli altri lavoratori.
Considerato che, per l’anno 2021, le prospettive sono rimaste immutate, se non addirittura aggravate dalla recente pandemia, si chiede, si legge nella nota del sindaco Terranova a nome del comitato, una proroga dell’indennità per l’anno in corso, “anche in considerazione della effettiva presenza di risorse regionali residue disponibili (nell’anno 2020 sono state utilizzate risorse fino per 230 mila euro a fronte di 7,4 milioni stanziati dall’Inps) e considerato l’impegno dei Governi nazionali e regionali nel sostegno al reddito dei lavoratori previsto anche dall’accordo di Programma quadro per la zona industriale di Termini Imerese”.
“Abbiamo accolto i lavoratori della Bienne Sud e le organizzazioni sindacali di categoria”, conclude il sindaco, “ascoltando la loro esasperazione e contenuto una rabbia crescente alimentata dalla mancata percezione di indennità da oltre dieci mesi e dal di timore di non avere futuro. Confidiamo in una pronta risoluzione della vicenda che metterebbe a fine una grave ingiustizia sociale e alla condizione di estrema sofferenza che questi lavoratori e le rispettive famiglie stanno vivendo, condizione aggravata dalla pandemia”.
12.10.2021

Gli articoli in primo piano
CULTURA & SPETTACOLI Il sorriso contagioso di Vincent Schiavelli e lo sguardo intenso di Giuseppe Antonio Borgese....
CRONACA Per riportare il grifone nelle Madonie è stata piazzata e inaugurata una voliera in contrada Terra...
CRONACA Il consiglio comunale di Cefalù ha approvato un piano di opere pubbliche, fatto di interventi e...
CRONACA Un pannello staccatosi dalla galleria Gallizza ha provocato la chiusura per quasi dieci ore...
CULTURA & SPETTACOLI Il 23 ottobre, in occasione della Giornata europea dei Parchi letterari, il Comune e la Consulta...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Contatti: redazione@lavoceweb.com Direttore Responsabile: Franco Nicastro Copyrights 2008 © lavoceweb.com Privacy Policy