Cerca
giovedì, 16 settembre 2021 ore 23:02
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS

Festival del cinema di Cefalù,
nove cortissimi densi di storie

Il Festival del cinema di Cefalù assegna nove riconoscimenti speciali ai cortissimi 2021. La giuria ha scelto le opere da premiare tra i 203 cortometraggi che non superano i 120 secondi, fra gli oltre tremila film che partecipano al Festival. La motivazione: «Perché lancia messaggi di amicizia e di vita in pochi secondi attirando l’attenzione di tutto il mondo attraverso immagini e musica».
I riconoscimenti sono andati a quattro registi italiani e cinque stranieri provenienti da Ucraina, Iran, Danimarca, Spagna e Stati Uniti.
I quattro italiani sono la palermitana Elena Pistillo con il corto dal titolo “Nativi digitali», che in 77 secondi narra la storia di Giulia e Marco, nativi digitali con genitori separati, che usano molto i dispositivi elettronici. Un giorno scoprono un modo diverso di trascorrere il tempo libero: si divertono a raccogliere carrube in Sicilia. Il secondo riconoscimento va al regista lombardo Davide Romeo Meraviglia con il titolo “Piccoli passi” che in 120 secondi narra la travagliata storia d'amore tra Flavio e Chiara. Il terzo va all’aquilano Marco Mancinelli dal titolo “Io ti conosco”: in 120 secondi narra la storia di un pittore che dopo aver ultimato il ritratto di un bambino ritrova nel suo volto una incredibile somiglianza con un suo vecchio amico, morto tragicamente durante la prima guerra mondiale. Il quarto, infine, va al corto di Paolo Palazzolo “È solo un’opinione” di 120 secondi.
Tra gli stranieri i riconoscimenti speciali vanno al corto ucraino di Sasha Kosiak dal titolo “Camera of the future” che in 118 secondi mostra come una bibliotecaria si annoia nel suo posto di lavoro e per distrarsi inizia a scattare foto di vari oggetti. Guardando le foto nota che sono strane. Si rende conto presto che il suo telefono prevede il futuro. Il corto dell’iraniano Ali Azizollahi dal titolo “Vizor” in 100 secondi narra la storia di un fotografo di guerra che affronta con la sua macchina fotografica un cecchino. La foto è ora appesa in una galleria fotografica. Il corto della spagnola Alexandra Martín Fusté dal titolo “Bag” in 101 secondi narra la storia di due persone che s’incontrano sull'autobus. Il corto animato della danese Jessica Laurent dal titolo “Vaf 2018” in 84 secondi narra la storia di due ragazze diverse che un cane verde del Vaf aiuta a riconoscersi. Il corto dell’americano Andres Di Bono dal titolo “Moneta” in 120 secondi narra come la realtà in cui pensiamo di vivere può essere solo un sogno... O forse il sogno diventa realtà?
24.06.2021

Gli articoli in primo piano
CRONACA Dopo il Tar anche il Cga, organo di appello, ha dato ragione al Comune di Cefalù sulla disciplina...
SPORT C’è anche una tappa, la terza, il 30 settembre, da Termini Imerese a Caronia nel giro di Sicilia...
CULTURA & SPETTACOLI Un tedesco che ama Cefalù ha donato al Comune 200 copie del “Libro Rosso”. Peter Bornheimer,...
CULTURA & SPETTACOLI “Non posso salvarmi da solo”. Con queste parole il partigiano Giovanni Ortoleva di Isnello, nome...
POLITICA A Cefalù si voterà nella primavera del 2022. Ma già cominciano a delinearsi schieramenti,...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Contatti: redazione@lavoceweb.com Direttore Responsabile: Franco Nicastro Copyrights 2008 © lavoceweb.com Privacy Policy