Cerca
lunedì, 10 maggio 2021 ore 10:32
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS

L’Archeoclub insiste: l’ex Enel
diventi un museo archeologico

L’Archeoclub d’Italia torna a chiedere che l’immobile di via Discesa Paramuro (ex locali Enel), acquistato dal Comune possa ospitare (“fatti i dovuti sopralluoghi e i necessari progetti”) un museo archeologico, capace di raccontare la storia della città attraverso gli innumerevoli reperti rinvenuti in quasi 50 anni di scavi. “Questo museo, per altro, potrebbe produrre come suo riflesso – si legge in una nota di Archeoclub – un significativo incremento dei visitatori della città”.
“Gli studi e le ricerche sul campo dell’archeologia di Cefalù – si aggiunge – sono stati condotti, in collaborazione della competente Soprintendenza e dell’Istituto di Archeologia dell’Università di Palermo, dall’archeologo prof. Amedeo Tullio, socio onorario dell’Archeoclub d’Italia e, dal 2002, cittadino onorario di Cefalù. Le ricerche hanno riportato alla luce numerose, significative e talvolta appariscenti testimonianze di cultura materiale, pubblicate da Amedeo Tullio nei suoi puntuali ed esaustivi testi a stampa, che hanno messo in evidenza come la città non sia soltanto ‘ruggeriana’ ma quanto affondi le sue radici in almeno quattro fasi urbane preesistenti alla più nota rifondazione di Ruggero II”.
Secondo Archeoclub, la significativa qualità e quantità dei reperti “ha fatto nascere l’interesse per una Cefalù archeologica”, in un primo momento da parte degli studiosi (pubblicazioni, partecipazioni a convegni e sempre più frequenti citazioni nelle ricerche in corso) e, subito dopo, quello dei cefaludesi e dell’Archeoclub sede di Cefalù e del mondo della cultura. “Questi risultati – dice ancora la nota – hanno fatto sì che il prof. Tullio avanzasse la proposta-richiesta per la realizzazione di un museo (o comunque di un antiquarium) che affiancasse degnamente l’importante museo della Fondazione Mandralisca. Tutto ciò, purtroppo, e malgrado il sostegno dell’Archeoclub di Cefalù e delle autorità scolastiche locali, non ha potuto avere l’esito desiderato, come emerso dalla conferenza, aperta al pubblico e promossa dall’Archeoclub d’Italia, sul tema Cefalù archeologica cerca casa”.
La sede di Cefalù dell’Archeoclub d’Italia, che da anni promuove la conoscenza della Cefalù antica e auspica la realizzazione di un museo archeologico che “ne consenta una più idonea divulgazione tra i cittadini e gli innumerevoli visitatori”, il 30 dicembre ha chiesto all’amministrazione comunale – che in quei giorni aveva deliberato l’acquisto dei locali – di destinarne l’uso a sede di quel museo archeologico che da anni aspetta di poter venire alla luce, “così come sono venute alla luce nel corso del tempo le vestigia più antiche della città e, con quelle, la storia degli uomini che hanno costruito e abitato questo sito prima di noi”.
L’idea di Archoclub è che la destinazione a museo archeologico dei locali adesso acquisiti, in sinergia con l’adiacente teatro comunale e con i contigui resti delle Mura antiche della città (cosiddette ‘megalitiche’) “potrà configurare nell’insieme un ‘potente ingresso’ (Porta D’Ossuna) alla cultura inestimabile della città”.
L’Archeoclub d’Italia ha lanciato un appello perché la sua proposta venga sostenuta da cittadini e associazioni culturali.
04.05.2021

Gli articoli in primo piano
SPORT La Targa Florio numero 105 ha confermato tutto il suo fascino proseguendo una storia fatta di...
CRONACA Almeno fino al 16 maggio la Sicilia resterà in zona arancione con Sardegna e Valle d’Aosta mentre...
CULTURA & SPETTACOLI Dal 13 settembre al 3 ottobre 2021 un centinaio di artisti nazionali e internazionali parteciperà...
CRONACA L’istituzione di zone franche montane è stata al centro della mobilitazione di sindaci siciliani...
SPORT La Targa Florio numero 105 accende i motori per la gara più antica del mondo sul classico circuito...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Contatti: redazione@lavoceweb.com Direttore Responsabile: Franco Nicastro Copyrights 2008 © lavoceweb.com Privacy Policy