Stampa articolo
IL MEZZO FERMATO A BUONFORNELLO

Sequestrati 4 mila chili di pesce in cattivo stato

Sequestrato dalla polizia e poi distrutto un carico di pesce in cattivo stato di conservazione destinato al mercato palermitano. Era trasportato da un autocarro fermato nei pressi dell’area di servizio Caracoli Nord dell’autostrada A19. Nella cella frigorifera c’erano 630 cassette di pesce lanzardo, della stessa famiglia dello sgombro: in tutto 4.410 chili di prodotto proveniente da Bisceglie e destinato a una ditta per il commercio di prodotti ittici della provincia di Palermo. La cella frigorifera non era funzionante. Da qui l’ipotesi che fosse stata interrotta la catena del freddo e che ci fosse un cattivo stato di conservazione del pesce. Ciò comporterebbe l’inidoneità al consumo umano. E per questo la polizia ha chiesto l’intervento di un medico veterinario dell’Asp. L’ispezione ha permesso di constatare che effettivamente il prodotto ittico era in cattivo stato di conservazione. La merce è stata sequestrata e, d’intesa con la Procura della Repubblica di Termini Imerese, inviata alla distruzione. L’autista del mezzo, pugliese di 51 anni, è stato deferito all’autorità giudiziaria. Gli sono state contestate anche violazioni amministrative per duemila euro.
01.12.2019