Stampa articolo
RISCHI SEGNALATI DAL SINDACO DI PETRALIA SOPRANA

Minacce dal fiume Salso, chiesta la pulizia dell’alveo

Allarme dei geologi su dissesti
Scampato il pericolo per l’esondazione del fiume Salso, nei pressi della borgata di Raffo, il sindaco Pietro Macaluso chiede ora un intervento urgente per la messa in sicurezza dell’alveo del fiume. Lo fa con una lettera al Genio civile di Palermo, all’Assessorato alle infrastrutture e all’Ispettorato regionale tecnico. Macaluso segnala che da anni non sono stati eseguiti lavori di pulizia e sistemazione del letto del fiume Salso con il conseguente intasamento dell’alveo e l’automatica esondazione specie quando le piogge, come nei giorni scorsi, diventano copiose e persistenti. L’area a rischio principalmente interessata, come scrive il sindaco Macaluso, è quella che costeggia i quartieri “Scatozzi” e “Lucia” della frazione Raffo. La segnalazione del sindaco di Petralia Soprana è, alla luce della immane tragedia di Casteldaccia, un’altra conferma della fragilità del sistema di gestione e pianificazione territoriale. Un sistema che si rivela sempre meno efficace nella prevenzione e nella gestione del dissesto idrogeologico. Lo dice anche l’Ordine regionale dei geologi. Il presidente Giuseppe Collura sottolinea che i cambiamenti climatici insieme con le caratteristiche geomorfologiche “impongono nuove e aggiornate strategie di pianificazione, soprattutto in territori geologicamente fragili e spesso segnati da abusivismo edilizio, ove l’incuria e l’assenza di manutenzione dei corsi d’acqua e l’errato dimensionamento dei sistemi di smaltimento delle acque amplificano gli effetti del dissesto”.
05.11.2018