Stampa articolo

Fca riapre Rivalta, Termini protesta per esclusione

Suscita preoccupazioni e proteste a Termini Imerese la scelta di Fca di riaprire lo stabilimento storico di Rivalta per ricambi e logistica. “È la dimostrazione che la rimodulazione produttiva di Fca non comprenda il nostro stabilimento, uno dei più efficienti e produttivi. Non si possono spegnere i riflettori”, dice il sindaco Francesco Giunta che cerca di rimettere sul tavolo delle trattative il rilancio dell’ex fabbrica Fiat chiusa nel 2012 e parzialmente riattivata con il piano Blutec. L’attuazione del progetto non sembra allineata con i tempi previsti. Una verifica doveva essere fatta nei giorni scorsi a l'incontro al Mise (rinviato a fine marzo) non ha prodotto, secondo i sindacati, risultati incoraggianti. Non si hanno notizie, per esempio, sulla produzione di furgoni elettrici per conto di Fca. Ora gli operai dell'indotto manifestano preoccupazioni per le scelte di Fca che sembrano escludere un interesse su Termini Imerese. Il sindaco Giunta è tornato a chiedere "altri segnali" e ha proposto di mandare in prepensionamento gli oltre 150 lavoratori Blutec che ne hanno i requisiti per essere sostituiti dagli operai dell'indotto rimasti senza ammortizzatori sociali. È davvero paradossale – ha aggiunto il sindaco – che mentre a Termini Imerese viviamo quotidianamente sull'orlo di una crisi sociale con gravi, inevitabili, conseguenze, contemporaneamente la Fca di Marchionne (lo stesso che ha decretato la chiusura dello stabilimento Fiat di Termini Imerese), si riposizioni nella sede di Rivalta che proprio come Termini Imerese, qualche tempo fa, era stata chiusa perché ritenuta antieconomica”. “Siamo stanchi di subire continue mortificazioni. Termini Imerese – ha concluso – è una città ricca di risorse umane di primo piano che nel recente passato hanno dimostrato di essere capaci di costruire autovetture di qualità. Pretendiamo una risposta concreta da parte del Governo che dovrà spiegarci, unitamente ad Fca, le motivazioni di queste scelte a senso unico. A quando la riapertura dello stabilimento di Termini Imerese?”
13.03.2018