Stampa articolo

Parchi Nebrodi e Madonie, cambiano vertici tra polemiche

Cambiano i vertici del parco delle Madonie e del parco dei Nebrodi. L’operazione di spoil system, che ha interessato la dirigenza regionale, ha sollevato forti polemiche almeno per quel che riguarda il parco dei Nebrodi: in questo caso è stato revocato l’incarico a Giuseppe Antoci. E c’è stata la sollevazione di oltre venti sindaci. Al parco delle Madonie va come commissario Salvatore Caltagirone, 57 anni, capo della segreteria particolare dell’assessore regionale al territorio e ambiente Toto Cordaro. "Assumo con grande entusiasmo questo incarico. È mia intenzione instaurare un rapporto di collaborazione con tutti i soggetti legittimati", ha dichiarato subito Caltagirone. Il riferimento ai “soggetti legittimati” può anche essere letto come l’avvio di un confronto serrato anche con gli organismi di gestione del parco. Ma è tutto da vedere. Chiaro invece il carattere di scontro aperto che ha assunto la revoca di Antoci. Il presidente uscente ha fatto molto parlare di sé per le denunce sugli interessi illegittimi di allevatori consolidati nel tempo sulle terre del parco. Antoci ha anche subito un attentato al quale è scampato per l’intervento della polizia che lo seguiva. Ventuno sindaci dei comuni dei Nebrodi, la Fondazione Caponnetto e il senatore del Pd Giuseppe Lumia chiedono hanno protestato e chiesto che non sia revocato l'incarico a Giuseppe Antoci. I sindaci hanno scritto una lettera al governatore Nello Musumeci nella quale esprimono forte preoccupazione. “Dopo anni di commissariamenti – sostengono – abbiamo finalmente visto ripartire l'ente che è diventato volano di sviluppo e attrattiva turistica". E sottolineano il riconoscimento ottenuto dal parco con il Premio continentale per l'ambiente, "assegnato all'unanimità da ben 400 stati membri e mai ricevuto da un italiano e da un'area protetta italiana. Citare le battaglie sulla legalità che noi tutti, insieme al presidente Antoci, abbiamo portato avanti in questi anni sarebbe semplice".
13.02.2018