Stampa articolo

Un caso a Campofelice e 130 in quarantena

Si cerca legame con focolaio di Lascari
Il virus arriva anche a Campofelice di Roccella. È positivo l’esame del tampone su una persona e negativo sull’altra sottoposta al test. Lo ha reso noto il sindaco Michela Taravella che ha anche precisato: “Capisco la paura ma vorrei tranquillizzare la popolazione sul fatto che la situazione, nella nostra comunità, è sotto controllo”. L’uomo risultato positivo è in quarantena da oltre otto giorni, si trova in buone condizioni generali di salute, è costantemente monitorato dal medico di medicina generale e non desta alcuna preoccupazione. Quanti hanno avuto contatti diretti ed indiretti con lui sono stati subito posti in quarantena e sono in condizioni generali di salute buone. Si sta accertando il collegamento al focolaio di Lascari causato da un uomo di 83 anni tornato contagiato dalla Germania, Sono 130 le persone in isolamento fiduciario e obbligatorio a Campofelice. “Molti – ha aggiunto il sindaco – stanno per completare l'isolamento, senza alcuna sintomatologia: un segnale positivo. Coloro che sono rientrati da altre regioni o dall'estero, dal 14 marzo in poi, sono stati posti tutti in isolamento obbligatorio, insieme ai familiari conviventi e saranno sottoposti al tampone prima della fine della quarantena”. I cittadini stanno, ha osservato ancora il sindaco, stanno rispondendo bene alle prescrizioni. Tuttavia, sono state tante anche le denunce formalizzate dai carabinieri, dalla polizia municipale e dalle altre forze dell'ordine che presidiano il territorio. “Bisogna preservare questo lavoro – aggiunge Taravella – fatto con grande sacrificio, grazie alla sinergia tra amministrazione, forze dell'ordine e medici. Bisogna continuare a stare a casa ed evitare ogni contatto sociale. Noi continueremo a fare il nostro dovere vigilando e preservando il territorio con il massimo rigore".
23.03.2020