Cerca
lunedì, 25 settembre 2017 ore 13:34
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS
20.02.2016
Rosario Lapunzina *
Rosario Lapunzina *
Anche quest'anno vogliamo onorare la memoria di Frank Di Maio additandone l'esempio di umiltà, di devozione al suo lavoro, di rispetto dei ruoli istituzionali.
Non voglio commemorare la figura del nostro concittadino, perché il suo esempio è di attualità estrema, la sua testimonianza di vita è qualcosa che non appartiene al passato ma è legata al futuro. Sì, avete compreso bene, ho detto al futuro, perché la cronaca ci pone quotidianamente davanti all'amara realtà del dover constatare che i valori che sono stati incarnati da Frank Di Maio sono ben lungi dall'essere patrimonio condiviso.
Nessuna categoria professionale e nessun campo dell'agire umano è immune dalla corruzione, dal malaffare, dalla bramosia del possesso; ognuno, però, ha il dovere di lottare per una società diversa, per rapporti umani improntati sulla lealtà e sull'onestà.
Ogni genitore dovrebbe lavorare per portare a casa del pane che profumi della fragranza dell'onestà e non denaro sporco, conquistato violando le leggi e calpestando i diritti del prossimo. Non è un servitore dello Stato chi usa la propria posizione di potere per costruire rendite, non è un vero politico chi all'etica del servizio sostituisce la logica del privilegio, non è degno erede di Falcone e di Borsellino chi, invece che applicare la legge la calpesta.
Mi piace credere che Frank abbia avuto come parametro di riferimento del proprio agire le seguenti parole di Giovanni Falcone: “Occorre compiere il proprio dovere ogni giorno, costi quel che costi, qualunque sia il sacrificio da sopportare, perché è in ciò che sta l'essenza della dignità umana”. In queste parole è condensato il valore dell'esperienza umana, del suo significato, della sua funzione, del suo fine. Ogni giorno, davanti alle difficoltà, davanti alla volgarità di certi atteggiamenti, davanti alla prepotenza e all'arroganza di certi atteggiamenti, mi sento ripetere la domanda: chi te lo fa fare?
Penso che anche Frank si sarà sentito rivolgere più volte questa domanda e mi piace pensare che abbia risposto con le stesse parole di Giovanni Falcone: la dignità umana.
Cari ragazzi, ricordare Frank Di Maio vuol dire porre davanti a voi l'esempio di una esistenza umana finita troppo presto ma vissuta pienamente. Soltanto chi fa dell'onestà, della correttezza, dell'umiltà il proprio stile di vita può dire di aver vissuto veramente.
La qualità della nostra vita non si misura soltanto in rapporto a ciò che si possiede ma a ciò che si è. I beni materiali, se ottenuti illecitamente, non ci rendono più ricchi ma ci impoveriscono, perché ci rendono servi calpestando la nostra dignità.
Mi piace il titolo che è stato scelto per questa iniziativa: “ Cittadini leg...ali”. In esso vedo una pluralità di significati molto interessante.
Si è veri cittadini solo se si è “ legali”, ovvero rispettosi delle leggi e del sentimento di giustizia su cui esse, in uno stato di diritto, devono fondarsi.
Essere veri cittadini, però, vuol dire anche saper mettere le “ali” cioè volare alto, assumersi responsabilità, avere il coraggio delle scelte, evitare le facili scorciatoie, rispettare gli altri, rinunciare ai propri interessi, se essi sono in conflitto con il bene comune e con il rispetto della legge.
Mettere le “ali”, però, vuol dire avere la consapevolezza che quando si rinuncia a strisciare sulla terra e si va in alto si diventa facile bersaglio da colpire. In questa consapevolezza risiede il coraggio delle scelte, in questa consapevolezza sta il valore dell'impegno, in questa consapevolezza consiste la vera forza degli uomini onesti. Auguro a voi ragazzi di maturare queste scelte, a noi adulti di non perdere mai questi valori, a tutti e ciascuno di lottare quotidianamente per l'affermazione degli ideali ai quali Frank Di Maio ha dedicato la propria vita.
* Sindaco di Cefalù
Gli articoli in primo piano
CRONACA Per l’abuso dell’auto blu l’ex sindaco di Termini Imerese, Salvatore Burrafato, ha patteggiato...
POLITICA Achille Occhetto, ultimo segretario del Pci e primo segretario del Partito democratico della...
CRONACA Una carte di identità elettronica. Cefalù aderisce al servizio che già hanno adottato quaranta...
CRONACA C’è stato un lungo braccio di ferro. Alla fine i rappresentanti della società Sorgenti...
CRONACA Si inasprisce a Cefalù la guerra dell’acqua. Alla fine di una giornata fatta da scambi di note e...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Copyrights 2008 © lavoceweb.com
Contatti: redazione@lavoceweb.com