Cerca
martedì, 22 gennaio 2019 ore 15:31
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS
L'11 GENNAIO RECITE E LETTURE

Cefalù, al Mandralisca
la notte del liceo classico

Il liceo Mandralisca di Cefalù aprirà le porte per la V edizione della Notte nazionale del liceo classico, che si svolgerà venerdì 11 gennaio 2019 dalle ore 18.00 alle 24.00. Nata da un’idea del prof. Rocco Schembra, docente di Latino e Greco presso il liceo “Gulli e Pennisi” di Acireale, sostenuta dal Ministero della Pubblica istruzione e col partenariato di Rai Cultura e Rai Scuola, la “Notte” quest’anno vedrà protagonisti 433 licei classici su tutto il territorio nazionale… E non è finita qui: è, infatti, allo studio un tentativo di internazionalizzazione dell’evento, con l’esportazione del modello della notte bianca proprio nel paese che della cultura classica è stato la culla, la Grecia.
Scopo della manifestazione è dimostrare come il curricolo del classico sia ancora il fiore all’occhiello del sistema scolastico italiano ed è popolato da studenti motivati, ricchi di grandi talenti e con abilità e competenze elevate.
Saranno proprio loro, gli studenti, i protagonisti della notte bianca. Nel corso delle sei ore dedicate all’evento, si
esibiranno in tutta una serie di performance legate ai loro studi, ma anche frutto della loro irrefrenabile creatività: in particolare, dalle ore 18 alle 21, daranno vita, nei locali dell’Istituto in via Pintorno, a conferenze, letture recitate, laboratori di scienze, astronomia e fisica, presentazioni di libri, saggi di nuove metodologie didattiche, quali il Debate o il Kahoot.
Nella seconda parte della serata, dalle 21.30 alle 24.00, al Teatro comunale, danzeranno, canteranno, reciteranno e suoneranno dal vivo, spesso su coreografie, sketch o canzoni da loro stessi creati. Da mesi, infatti, lavorano all’evento e animano, con le loro voci gioiose, i locali dell’istituto in orario pomeridiano; è proprio questo il bello della notte nazionale: i lunghi e laboriosi preparativi che la precedono fanno sì che gli studenti vivano i locali, in cui quotidianamente affrontano la fatica dello studio, come un ambiente ludico. È qui che l’apprendimento avviene con un nuovo tipo di formazione che, sul modello del learning by doing, si affianca a quello tradizionale in maniera produttiva e proficua.
06.01.2019

Gli articoli in primo piano
CRONACA Si fanno più forti la tensione e la preoccupazione tra i lavoratori della Blutec che hanno tenuto...
CRONACA Sono sempre pericolosi i giochi sulla neve. Ne sanno qualcosa le persone coinvolte a Piano Battaglia...
SPORT Il 28 aprile torna la RunningSicily-Coppa Conad con la 10 chilometri di Cefalù: un appuntamento...
CRONACA Lo stallo del progetto Blutec per la ripresa produttiva dello stabilimento di Termini Imerese...
CRONACA Iniziano i preparativi per la partecipazione del Borgo più bello d’Italia alla Bit di Milano che...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Copyrights 2008 © lavoceweb.com
Contatti: redazione@lavoceweb.com