Cerca
martedì, 22 gennaio 2019 ore 16:19
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS
CAMBIANO IN MEGLIO STILI E ABITUDINI

Rifiuti, Cefalù si converte
alla raccolta differenziata

A dicembre schizza al 46 per cento
La raccolta differenziata comincia a entrare nelle buone abitudini dei cefaludesi. Lo dice il dato di dicembre 2018 che in un mese ha avuto un balzo da record: siamo al 46 per cento, ben 18 punti in più rispetto al mese di novembre quando l’indice si era attestato al 28 per cento.
Legittima, se così stanno le cose, la soddisfazione del sindaco Rosario Lapunzina che ha annunciato il progresso significativo della differenziata, grazie al quale sono state rispettate le ordinanze del presidente della Regione e quindi è stato evitato di “esportare” rifiuti all’estero a costi esorbitanti da scaricare sui cittadini.
“Tuttavia – avverte Lapunzina – occorre ancora adoperarsi per aumentare le percentuali di raccolta differenziata, in maniera tale che il rifiuto indifferenziato da conferire in discarica diventi residuale. Questo è il risultato che ci prefiggiamo di raggiungere entro quest’anno. In tal modo sarà possibile abbattere i costi e iniziare una diminuzione progressiva della Tari, tassa che, per legge, serve a coprire i costi del servizio. Inoltre, verrà sottoposta all’esame del Consiglio comunale la modifica del regolamento sulla Tari relativa alla costituzione della premialità incentivante per i cittadini virtuosi”.
Sembra quasi incredibile che in così poco tempo Cefalù si collochi, in materia di rifiuti, tra i comuni virtuosi. Ma evidentemente il martellamento è stato così incisivo da fare recepire il messaggio di un necessario cambio di passo. Il sindaco dice che questo è il frutto di un lavoro di squadra, che “coinvolge l’amministrazione comunale e il consigliere Salva Mancinelli che da anni si è impegnata nella sensibilizzazione ambientale dei cittadini e delle scuole con diverse iniziative ed eventi”. Mancinelli, ricorda il sindaco, “ha supportato l’amministrazione nella comunicazione del nuovo sistema di raccolta differenziata con le postazioni fisse e mobili, promosso in seguito all’eliminazione di tutti i cassonetti stradali”.
Il nuovo sistema, in sostanza, funziona. Così, almeno, pare. Nel “gioco di squadra” il sindaco include i dipendenti della società Ato Ecologia e Ambiente in liquidazione e il responsabile Vito Matranga. Ma anche “i cittadini e le attività produttive che stanno dimostrando di credere nei benefici della raccolta differenziata, impegnandosi, ogni giorno, nel corretto conferimento, nonostante i disagi e gli inevitabili mutamenti delle abitudini”.
Bisogna ancora fare i conti con “i pochi indisciplinati e incivili che continuano, imperterriti, a offendere l’ambiente e il decoro urbano”. Ma avranno vita difficile con i sistemi di video sorveglianza che presto saranno attivati mediante l’utilizzo di telecamere mobili chiamate E-Killer. Oltre a essere spostate di continuo, saranno in funzione sia di giorno che di notte.
Questo sistema consentirà di notificare direttamente le sanzioni amministrative. Nei casi più gravi previsti dalla legge, partirà una denuncia penale per reati ambientali.
05.01.2019

Gli articoli in primo piano
CRONACA Si fanno più forti la tensione e la preoccupazione tra i lavoratori della Blutec che hanno tenuto...
CRONACA Sono sempre pericolosi i giochi sulla neve. Ne sanno qualcosa le persone coinvolte a Piano Battaglia...
SPORT Il 28 aprile torna la RunningSicily-Coppa Conad con la 10 chilometri di Cefalù: un appuntamento...
CRONACA Lo stallo del progetto Blutec per la ripresa produttiva dello stabilimento di Termini Imerese...
CRONACA Iniziano i preparativi per la partecipazione del Borgo più bello d’Italia alla Bit di Milano che...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Copyrights 2008 © lavoceweb.com
Contatti: redazione@lavoceweb.com