Cerca
mercoledì, 21 novembre 2018 ore 2:22
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS

Maltempo, in Sicilia
lo stato di emergenza

Sindaci: altri pensino alle demolizioni
Il Consiglio dei ministri ha dichiarato lo stato di emergenza per la Sicilia e altre dieci Regioni dopo l'ondata di maltempo che ha provocato danni enormi e morti: sono stati 13 in Sicilia di cui nove a Casteldaccia. Oltre alla Sicilia l’emergenza è stata dichiarata per Calabria, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Sardegna, Toscana, Veneto e Trentino Alto Adige.
In Sicilia il tema che occupa le cronache e l’agenda politica è l’abusivismo e l’obbligo per i sindaci, raramente attuato, di demolizione delle costruzioni irregolari. Se ne è parlato in un incontro a palazzo dei Normanni al quale ha partecipato anche il presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè. Leoluca Orlando, che è anche presidente dell’Anci Sicilia, ha ripreso e rilanciato la preoccupazione di scaricare sui sindaci una responsabilità che li espone in modo rischioso. Orlando ha anche criticato l’annuncio del governatore Nello Musumeci su un disegno di legge sull’abusivismo. "Ma davvero – ha detto Orlando – qualcuno pensa ancora di 'giocare' a colpevolizzare i sindaci? Davvero qualcuno pensa di potere scaricare tutte le colpe sui sindaci?".
Orlando è intervenuto alla riunione dell'Anci nella quale si sono discusse le proposte di modifica al ddl insieme con molti sindaci siciliani. "Se si presenta un disegno di legge sull'abusivismo che destina appena un milione di euro per intervenire in Sicilia - ha aggiunto Orlando - vuol dire che non si è compresa la gravità della situazione". Orlando ha quindi rilanciato la proposta di affidare a un "soggetto terzo" il compito di portare avanti gli interventi di demolizione, la confisca o il cambio d'uso degli immobili abusivi. "Non penso a una soluzione di questo tipo per le grandi città - ha detto - ma nei piccoli centri deve essere così. Il sindaco deve fare la propria parte, deve avviare controlli, verifiche e l'istruttoria, ma poi deve essere un ente terzo, magari il Genio Civile o la Prefettura, a intervenire perché nella fase più delicata i sindaci non possono essere lasciati soli".
Anche Micciché è di questo avviso. "I sindaci – ha sottolineato – hanno l'obbligo di denunciare gli abusi edilizi, ma deve essere compito delle altre Istituzioni occuparsi di tutto l'iter penale e dell'eventuale abbattimento delle case fuori legge".
Ma Musumeci ha difeso l’orientamento del suo governo. "Il disegno di legge presentato dal governo regionale – ha replicato – richiama i sindaci alla necessità di far sgomberare le case abusive che, per loro ubicazione, potrebbero trasformarsi in trappole mortali per chi le abita. Credo, quindi, che la delegazione dell'Anci Sicilia abbia preso un grosso abbaglio o sia mossa da malafede".
Musumeci ha anche annunciato che per far fronte alla demolizione della abitazioni abusive la Regione ha già chiesto a Roma di “adottare nuove misure appropriate per non esporre i sindaci nella gestione di situazioni spesso drammatiche”.
“Resta inteso – ha aggiunto – che la Regione attenderà, fino ai primi di dicembre, per conoscere le risultanze dei propri ispettori, nominati per fornire un'aggiornata ricognizione sull'abusivismo edilizio dei singoli territori comunali. Ricognizione che buona parte dei primi cittadini, benché invitati, non ha ritenuto di trasmettere agli uffici regionali alla scadenza del settembre scorso".
Al tavolo dei sindaci, a cui ha partecipato anche il vice sindaco di Termini Imerese, Licia Fullone. “Ritengo – ha detto – che il governo regionale stia affrontando in pochi mesi problemi complessi che sono stati aggravati negli ultimi decenni da scelte politiche poco coraggiose e poco efficaci”.
08.11.2018

Gli articoli in primo piano
POLITICA Ha dato l’annuncio su Facebook dopo avere promesso di averci “pensato molto”. Magda Culotta,...
CRONACA “Siamo qui per dire che lo Stato vuole aiutare i siciliani” dice il ministro Danilo Toninelli...
CRONACA Il Rotaract club Palermo Parco delle Madonie, nell’ambito del progetto denominato “Lab 2110”...
CULTURA & SPETTACOLI Sei mani su un pianoforte, virtuosismi musicali e ironia. Sono gli ingredienti che caratterizzano il...
CULTURA & SPETTACOLI L’Iiss “Del Duca – Bianca Amato” nell’ultimo biennio ha ricevuto dalla Commissione...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Copyrights 2008 © lavoceweb.com
Contatti: redazione@lavoceweb.com