Cerca
sabato, 21 luglio 2018 ore 18:58
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS
IL CONSIGLIO APPROVA IL REGOLAMENTO

Cefalù, come funzionerà
la nuova tassa di soggiorno

Il consiglio comunale di Cefalù ha approvato il nuovo regolamento per la tassa di soggiorno. Il documento è passato con 10 voti favorevoli della maggioranza e l’astensione dell’opposizione. “Con questo nuovo strumento, sensibilmente aggiornato grazie alla piena e fattiva collaborazione delle strutture ricettive, ci si propone di riuscire ad avere importanti risorse economiche destinate a migliorare la qualità dell’offerta turistica”, ha detto Daniele Tumminello, vice presidente del consiglio e segretario del circolo del Pd. “Parliamo – ha aggiunto – di miglioramento anche in termini di servizi strutturali e opere per il decoro e la vivibilità di cui tutti, residenti e visitatori, potranno godere”. Le somme incassate saranno in sostanza impiegate per la manutenzione delle strade, l’arredo urbano, la riqualificazione del lungomare, la manutenzione e la fruizione dei beni culturali, i servizi per il turismo, la realizzazione di un piano annuale di promozione turistica e per il sostegno alla Fondazione Mandralisca.
Il nuovo testo, concertato con gli operatori turistici e alberghieri, tiene conto delle proposte sui punti fondamentali. Le principali novità riguardano una nuova rimodulazione dell’importo dell’imposta, con un sensibile aumento rispetto alle cifre attuali e una puntuale precisazione delle diverse tipologie delle strutture ricettive. In quelle fino a tre stelle gli ospiti pagheranno 1,50 euro. Nelle strutture a quattro stelle l’imposta sarà di due euro e in quelle a 5 stelle si pagheranno 3 euro. Si tratta di tariffe contenute, specie in una località turistica, se si pensa che a Roma la tassa di soggiorno in un albergo a quattro stelle è addirittura di sei euro al giorno. A Cefalù il periodo di imposizione partirà dal 1 aprile di ogni anno.
Il regolamento attribuisce ai titolari delle strutture ricettive la qualifica di agenti contabili del Comune, assegna loro una serie di obblighi ma anche la possibilità di ottenere un rimborso per le spese sostenute pari al 5% dell'imposta riscossa. Un ulteriore 10% potrà essere richiesto dai gestori come contributo per le spese sostenute per la riqualificazione dei prospetti e delle aree esterne delle strutture ricettive, nonché per la riqualificazione di aree ad uso pubblico.
Il regolamento prevede ancora la creazione di un tavolo di concertazione per il monitoraggio e la spesa dell'imposta, con percentuali riservate a un piano annuale di promozione turistica, alla compartecipazione delle spese di riscossione, alla lotta all'evasione.
"A beneficiare del provvedimento - ha commentato il sindaco Rossario Lapunzina - sarà l’intera città e gli stessi turisti, i quali potranno godere di una maggiore offerta di servizi turistici e di intrattenimento".
15.05.2018

Gli articoli in primo piano
CULTURA & SPETTACOLI Risultati interessanti e scoperte significative hanno caratterizzato la campagna di scavi a Himera...
CRONACA Dalla California alla Sicilia con tutta la famiglia per festeggiare i 50 anni di matrimonio. Hanno...
CRONACA Un giovane di 20 anni del Gambia, David Mandy, è morto annegato mercoledì scorso (la notizia si è...
CULTURA & SPETTACOLI Si è aperta al museo Mandralisca di Cefalù la stagione estiva di opera dei pupi che propone...
CRONACA L’operazione era nell’aria. Tanti piccoli episodi facevano intuire che Cefalù fosse un...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Copyrights 2008 © lavoceweb.com
Contatti: redazione@lavoceweb.com