Cerca
sabato, 15 dicembre 2018 ore 11:31
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS

Blutec, vertenza ferma
Termini lancia l’allarme

La vertenza Blutec e degli operai dell'ex indotto Fiat è ancora ferma. Così il sindaco di Termini Imerese, Francesco Giunta, ha scritto una lettera al ministero dello Sviluppo economico, e per conoscenza al prefetto di Palermo, Antonella De Miro, e al presidente della Regione, Nello Musumeci. Chiede una convocazione immediata e fare il punto sullo stato di avanzamento del progetto industriale del gruppo Metec/Stola nell'area industriale di Termini Imerese.
Il quadro è molto fosco. Il piano della Blutec prevedeva nella prima fase un investimento di 22 milioni con l'occupazione di 170 lavoratori entro settembre 2017 e il rientro di altri 80 entro la fine del 2017 quando doveva partire l'allestimento del Doblò con motore elettrico. Altri 100 operai dovevano essere assorbiti entro il mese di aprile 2018 per la realizzazione della linea di produzione “Lighting” e “Chemical”.
La verifica del rispetto del piano non c’è stata. Più volte il chiarimento è stato rinviato, segno di una difficoltà che sta creando grandi preoccupazioni. L’empasse del piano Blutec sta producendo effetti devastanti su due piani: il mancato assorbimento degli operai ex Fiat e la crisi dell’indotto culminato con il licenziamento dei lavoratori della Bienne Sud.
Il confronto si trascina senza arrivare a uno sbocco e con ritardi che si vanno accumulando. Da qui la richiesta di un’accelerazione. “Si prega – scrive Giunta – di fissare il tavolo tecnico concordato nel corso dell’incontro presso il Mise il 19 febbraio, presso lo stabilimento di Termini Imerese al fine di valutare, unitamente alle rappresentanze sindacali, gli esiti della relazione presentata da Blutec a Invitalia lo scorso 16 marzo e la conseguente valutazione dell’organo di controllo. Si precisa - ha concluso il sindaco Giunta - che la situazione sociale in città, dopo la recente dichiarazione di fallimento di Bienne Sud, sta divenendo sempre più complicata tale da non escludere, in mancanza di risposte concrete, azioni anche eclatanti da parte degli operai ".
13.04.2018

Gli articoli in primo piano
CRONACA Si chiude una lunga storia d’amore, tenera e tragica, vissuta solo due anni e spezzata dalla mafia...
CRONACA Il porto di Termini Imerese cambierà volto e rafforzerà il suo ruolo nel traffico passeggeri e...
CRONACA Saranno inaugurate martedì 18 dicembre, alle ore 11.30, alla Fondazione Giglio di Cefalù la nuova...
CRONACA Nelle Madonie, e soprattutto a Vengo, si sono vissuti momenti di paura per un terremoto di magnitudo...
CULTURA & SPETTACOLI Sarà presentato lunedì 17 dicembre, alle 17.00, presso la Corte delle Stelle l’Itinerario...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Copyrights 2008 © lavoceweb.com
Contatti: redazione@lavoceweb.com