Cerca
martedì, 22 gennaio 2019 ore 15:31
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS
RESPINTA LA DOMANDA DI SOSPENSIVA

Termini, anche il Tar dice no
alle vasche petrolifere all'Enel

Anche il Tar dice no al progetto di un deposito di carburante nell’ambito della centrale Enel di Termini Imerese. Il tribunale amministrativo regionale ha dato così ragione al Comune e respinto la richiesta di sospensione degli atti dell’amministrazione comunale che si aggiudica così un altro round con Enel produzione spa e una società di distribuzione di prodotti petroliferi. Prima il consiglio comunale e quindi anche il Comune hanno sempre espresso parere contrario al progetto di Enel di realizzare il deposito composto da due grandi vasche.
“Senza volere eccedere in toni trionfalistici – ha detto il sindaco Francesco Giunta – non possiamo che prendere atto con soddisfazione che la magistratura amministrativa ha ritenuto che il riscorso (dell’Enel) non appare assistito da sufficiente fumus boni iuris”.
“La negazione della sospensiva – ha aggiunto il sindaco – consentirà al collegio giudicante di approfondire le ragioni dei cittadini, correttamente interpretate dall’amministrazione comunale, sostenuta dalla maggioranza delle forze politiche presenti in Consiglio”.
26.03.2018

Gli articoli in primo piano
CRONACA Si fanno più forti la tensione e la preoccupazione tra i lavoratori della Blutec che hanno tenuto...
CRONACA Sono sempre pericolosi i giochi sulla neve. Ne sanno qualcosa le persone coinvolte a Piano Battaglia...
SPORT Il 28 aprile torna la RunningSicily-Coppa Conad con la 10 chilometri di Cefalù: un appuntamento...
CRONACA Lo stallo del progetto Blutec per la ripresa produttiva dello stabilimento di Termini Imerese...
CRONACA Iniziano i preparativi per la partecipazione del Borgo più bello d’Italia alla Bit di Milano che...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Copyrights 2008 © lavoceweb.com
Contatti: redazione@lavoceweb.com