Cerca
domenica, 23 settembre 2018 ore 10:15
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS

Elezioni, il Pd esclude
Crocetta e Beppe Lumia

Era nell’aria e nell’ordine delle cose. Eppure la scelta di escludere dalle liste del Pd Rosario Crocetta e Beppe Lumia può essere considerato un colpo a sorpresa. E lo dimostra la reazione indispettita di Crocetta che minaccia di fare una campagna anti Pd. Ma Renzi e la segreteria nazionale sono stati fermi e decisi.
Per Crocetta la spiegazione si può ritrovare nel giudizio negativo dato sul suo governo. Da qui l’esclusione almeno per questo turno elettorale che per Crocetta non costituisce una sorpresa. “È andata come previsto. Non sarà certamente la vicenda delle candidature – dice – a farci rinunciare alla politica. Saremo presenti in campagna elettorale, con il nostro Megafono, nelle piazze di tutta la Sicilia per denunciare il processo di restaurazione in corso e di vera e propria epurazione di ogni dissenso. Faremo un’operazione verità".
Per Lumia il problema si era posto già nel 2013 quando la segreteria del Pd voleva tenerlo fuori dalle liste dopo due mandati. Lumia aveva allora esercitato pressioni politiche per il ripescaggio e la soluzione è arrivata con l’adesione al Megafono di Crocetta. Così la candidatura di Lumia non diventava espressione diretta del Pd.
Ora la discussione è stata risolta con una decisione confermata dal vertice che ha anche formulato liste e candidature in Sicilia tra cui il nome forte è quello di Paolo Gentiloni.
Il quadro che ne deriva è questo. Gli otto capilista in Sicilia sono nei due collegi per il Senato Davide Faraone e Valeria Sudano. Nei sei collegi della Camera il segretario provinciale di Palermo, Carmelo Miceli, Daniela Cardinale figlia dell'ex ministro Salvatore Cardinale, il presidente del consiglio Paolo Gentiloni, il rettore dell'Università di Messina Pietro Navarra, il segretario regionale Fausto Raciti e Fabio Giambrone, presidte della Gesap che gestisce l'aeroporto di Punta Raisi. .
E questi sono gli altri gli altri candidati nel proporzionale. Al Senato, oltra a Faraone, ci sono l'uscente Teresa Piccione, Paolo Ruggirello e Maria Iacono. Dietro Sudano, Beppe Picciolo, Alessandra Furnari e Fabio D'Amore. Alla Camera dietro Fabio Giambrone ci sono Mila Spicola, Miceli Rosa Maria Di Gangi e Marco Campagna. E infine la candidatura nel collegio di Catania della Camera di Gentiloni, che potrebbe
optare per altri collegi, la presidente del Consiglio comunale di Catania, Francesca Raciti, e Valeria Sudano. A Messina dietro Navarra c'è la sottosegretaria Maria Elena Boschi.
27.01.2018

Gli articoli in primo piano
CRONACA È in coma all’ospedale Villa Sofia di Palermo l’uomo che giorni fa è stato picchiato dopo una...
CRONACA Dopo un lungo silenzio, pare che stia per ripartire il confronto sul futuro dello stabilimento ex...
CRONACA È stato riattivato alla Fondazione Giglio di Cefalù l'ambulatorio di endocrinologia. Partirà dal...
POLITICA Giura a Gangi il neo assessore Filippo Scavuzzo. Dopo le dimissione per motivi personali di Nino...
POLITICA I giovani amministratori della Città a rete madonita, affiancati dai rappresentanti delle consulte...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Copyrights 2008 © lavoceweb.com
Contatti: redazione@lavoceweb.com