Cerca
giovedì, 23 novembre 2017 ore 12:17
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS
IL SOTTOSEGRETARIO LASCIA IL GOVERNO

Indagata per corruzione
Simona Vicari si dimette

Alla fine di una giornata densa di indiscrezioni clamorose e sconcertanti Simona Vicari tira le somme e annuncia le dimissioni da sottosegretario alle infrastrutture. L’ha travolta l’inchiesta sul giro di mazzette e favori che ruotava attorno all’armatore Ettore Morace, arrestato insieme con il candidato sindaco Girolamo Fazio. Simona Vicari è indagata per concorso in corruzione. La Procura della Repubblica di Palermo ipotizza che abbia favorito Morace presentando un emendamento che ha ridotto l’Iva per i trasporti marittimi. E in cambio avrebbe ricevuto come regalo un Rolex che Morace raccomandava di acquistare di “metallo, economico e con il massimo sconto”.
Simona Vicari si è dimessa e ha spiegato: ''Sono assolutamente tranquilla e certa della liceità della mia azione essendomi, della vicenda, interessata nel pieno adempimento delle deleghe che mi erano state conferite e nella pienezza del ruolo di parlamentare che rivesto e questo per venire incontro alle esigenze dell'intero comparto marittimo. Se il signor Morace ne beneficerà ciò avverrà al pari di tutti i suoi colleghi che operano nel settore e senza alcun privilegio personale''.
Ma, oltre a proclamarsi estranea all’ipotesi dell’accusa, il sottosegretario ha ritenuto di presentgare immediatamente le dimissioni. "Poiché la mia permanenza nell'incarico di sottosegretario al Ministero delle infrastrutture – sostiene – comporterebbe di affrontare quotidianamente una materia per la quale sono oggi sottoposta ad indagine, al fine di garantire a me e al mondo che è maggiormente interessato al trasporto marittimo e a tutto il governo che ho avuto l'onore di rappresentare, per una maggiore serenità, ritengo opportuno rassegnare le mie dimissioni".
A suo giudizio, le dimissioni consentiranno "di meglio rappresentare all'autorità giudiziaria tutte le ragioni per le quali sono assolutamente estranea a quanto contestato".
"In quella sede - aggiunge - farò chiarezza anche del regalo ricevuto da Morace che nulla ha a che vedere con il ruolo di sottosegretario e l'impegno da me profuso per il riordino dell'intero settore".
La storia dell'orologio viene ricostruita nell'ordinanza del gip anche attraverso intercettazioni ambientali. In una si sente Morace confidare a un collaboratore l'intenzione di regalare un Rolex alla Vicari e un altro a un uomo del suo staff, Marcello Di Caterina, pure indagato. Una volta ricevuto il regalo la Vicari chiamò Morace per ringraziarlo con toni affettuosi.
A Simona Vicari, che per dieci anni è stata sindaco di Cefalù, è arrivata la solidarietà di Angelino Alfano con il quale ha fondato il Nuovo centro destra ora Ap.
Per Alfano le dimissioni costituiscono "un gesto libero, autonomo, forte, coraggioso, da parte di una persona seria e leale sempre, che vuole chiarire e chiarirà, ma senza lasciare spazio a strumentalizzazioni". "Da parte mia - aggiunge Alfano - e del partito di cui Simona Vicari fa parte, pieno sostegno e grande amicizia per la decisione che ha preso e che non le è stata richiesta in alcun modo da alcuno".
Da parte del ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, "apprezzamento" per le dimissioni del sottosegretario: "Mi auguro che questo consentirà anche di chiarire la correttezza di un provvedimento legislativo rivolto a tutto il settore marittimo".
19.05.2017

Gli articoli in primo piano
CRONACA A Termini Imerese è stata festa grande. Non solo per la nascita di una bimba vispa e allegra di 3...
CRONACA Nella notte tra il 18 e il 19 novembre si è verificato un nuovo crollo di una porzione - di circa...
CRONACA Il Comune di Cefalù aderisce alla Giornata mondiale contro il femmicidio con una manifestazione che...
CULTURA & SPETTACOLI Presentato alla chiesa madre di Gangi l’intervento di restauro su una tela raffigurante la sancta...
CRONACA Nelle Madonie si cercano i segreti della longevità. Tutto nasce da studi e osservazioni statistiche...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Copyrights 2008 © lavoceweb.com
Contatti: redazione@lavoceweb.com