Cerca
martedì, 18 gennaio 2022 ore 21:21
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS

Cefalù, una strada
per i suoi figli migliori

Pasquale Culotta, Angela Diana Di Francesca, Nico Marino, Pietro Saja, Luciana Frezza, Rosario Ilardo e altri personaggi di valore riconosciuto avranno intestata una via. Così Cefalù intende rendere omaggio ad alcuni dei suoi figli migliori che hanno lasciato una traccia indelebile nel patrimonio artistico e culturale della città.
La nuova toponomastica di Cefalù è stata approvata all’unanimità dalla giunta guidata da Rosario Lapunzina. Alla base della decisione c’è il lavoro della Commissione toponomastica comunale che ha compiuto un’analisi topografica e amministrativa e ha esaminato i profili biografici di personaggi che si sono distinti in ambito culturale, sociale demo-etnoantropologico. Uomini e donne che, ha sottolineato il sindaco Lapunzina, “hanno speso la propria vita a difesa dei valori fondanti della comunità nazionale riconosciuti dalla Costituzione repubblicana”.
Le proposte di intitolazione saranno ora inviate alla Prefettura di Palermo alla quale compete, per legge, il rilascio del nulla osta.
Ecco le aree pubbliche che recheranno la nuova intitolazione.
1. Tratto della strada di collegamento tra via Luigi Capuana e via Luigi Pirandello : Via Lorenzo Spallino.
2. Traversa di Via Pietragrossa (zona ex parrocchia Spinito): Via Adolfo Omodeo.
3. Scalinata di collegamento delle vie Juvara e via Antonello da Messina: “Passaggio Concetta Giardina”.
4. Via B3 traversa di piazza Gentile : Via Nico Marino.
5. Cortile O3 traversa di via Sabin: cortile maestro Vincenzo Curreri.
6. Via R1 traversa di via Juvara: Via Luciana Frezza.
7.Via B traversa di via De Gaetani: Via Pietro Saja.
8. Cortile T traversa di via Falcone e Borsellino : Cortile Malca (Malvina) Milman.
9. Cortile V traversa di via maestro Pintorno: Cortile Elvira Guarnera.
10. Tratto viario compreso tra piazza Bellipanni e via Giuseppe Giglio: Via Pasquale Culotta.
11. Area comunale attualmente adibita a parcheggio, adiacente a via Belvedere: Largo Carboni e Iannitti.
12. Largo adiacente la chiesa dello Spirito Santo – quartiere Spinito: Largo Vittime strage di Nassiriya.
13. Piazzale esistente all'incrocio tra via Cirincione e via Pietragrossa: Piazza San Giovanni Paolo II.
14. Segmento viario, attualmente privo di denominazione, compreso tra l’incrocio con via Meli e l’incrocio con via Brancati: Via Rosario Ilardo.
15. I viale del Cimitero: Viale del Milite Ignoto.
16. Via B2: Via Angela Di Francesca.
L’amministrazione comunale, su parere unanime della Commissione toponomastica, ha poi fatta propria la proposta più volte avanzata da mons. Crispino Valenziano, già Rettore della chiesa della SS. Trinità presso l’ex Convento di San Domenico, ha deciso di sottoporre agli organi competenti (Prefettura di Palermo, Soprintendenza ai Beni culturalei e ambientali) e all’Istituto di Storia patria, il cambio di denominazione dell’attuale cortile Rosariello in “Cortile mons. Emiliano Cagnoni”, preso atto del forte legame esistente tra il luogo in questione e la figura del vescovo che resse la diocesi di Cefalù per ben 35 anni.
01.12.2021

Gli articoli in primo piano
CRONACA Mortale incidente sul lavoro a Termini Imerese. Un operaio di di 57 di Misilmeri, Francesco Corso,...
CRONACA Per Simona Vicari arriva dalla magistratura di Trapani l’accusa di corruzione. Rinviata a...
CRONACA Il Parco delle Madonie e i Comuni faranno parte della nuova società di gestione degli impianti di...
CRONACA Sono già circa 300 i giovani siciliani candidati al progetto “Campus Sicilia”, una trentina dei...
CRONACA È morto a Palermo Michele Sarrica ex dirigente generale della Regione siciliana. Si è spento a 79...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Contatti: redazione@lavoceweb.com Direttore Responsabile: Franco Nicastro Copyrights 2008 © lavoceweb.com Privacy Policy