Cerca
lunedì, 26 ottobre 2020 ore 8:46
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS

Street art nelle Madonie,
18 paesi nel progetto

Sono partiti da Gratteri, nel Centro diurno in piazza Ungheria, gli incontri volti a sensibilizzare la comunità madonita sui temi trattati dal progetto “I Art Madonie”, ideato e diretto da I World, capofila Sosvima, e in particolare a sensibilizzare i privati a mettere a disposizione del progetto spazi, superfici abitative e non, da destinare alla realizzazione delle opere d’arte urbana, a cura di artisti selezionati da una call internazionale.
Per avviare un processo partecipato tra amministrazioni e comunità locali, sono stati programmati una serie di seminari informativi dal titolo “I Art Madonie: manifestazione di interesse per la concessione di spazi e superfici su cui realizzare opere di arte urbana”.
Ecco le prossime date degli incontri: venerdì 18 a Petralia Soprana, nel palazzo municipale di piazza del Popolo e a Sciara nella biblioteca comunale; il 19 a Valledolmo nella sala consiliare in via Chiavetta; il 23 a Cerda nell’aula consiliare di via Roma, il 24 a Petralia Sottana nell’ExMa - Officine Creative Madonite, il 25 ad Alimena nella sala Ernesto Balducci (Casa comunale), il 26 a Bompietro nell’Auditorium.
Nel corso di questi incontri saranno presentate ai cittadini le attività previste dal progetto, con un focus sulla realizzazione delle opere di “street art” che interesseranno il territorio e sulle modalità di partecipazione al processo di selezione degli spazi.
Si tratta di una delle più grandi operazioni di “street art” non solo a livello nazionale, ma anche in tutta Europa, che prevede la realizzazione di circa 400 tra opere di street art e arte digitale in realtà aumentata, favorendo così l’affermazione e maggiore centralità dei comuni madoniti in ambito nazionale ed internazionale. Attività che porterebbe anche a riqualificare gli stessi immobili privati che, secondo una stima del Sole24Ore, potrebbero vedere il loro valore aumentato, in alcuni casi, fino al 20%.
“Siamo molto felici di partecipare a un progetto che è molto interessante, una iniziativa lodevole e intelligente per chi l’ha concepita ma anche per chi ne potrà fruire. Il fatto che vengono coinvolti artisti internazionali sarà una ragione in più attrarre visitatori e turisti nei nostri territori”, afferma Pippo Muffoletto sindaco di Gratteri.
“I comuni delle Madonie, già belli così, attraverso i art pensano ad una contaminazione con la street art per riqualificare angoli e contesti particolari e magari sfregiati dall’abbandono. Il risultato atteso non è una omologazione a quello che succede in altri contesti ma l’esaltazione dell'identità dei luoghi”, dice Leonardo Neglia, sindaco di Petralia Sottana.
I comuni delle Madonie partner del progetto sono 18: Alimena, Aliminusa, Bompietro, Caltavuturo, Castelbuono, Cerda, Geraci Siculo, Gratteri, Lascari, Petralia Soprana, Petralia Sottana, Polizzi Generosa, Pollina, San Mauro Castelverde, Sciara, Scillato, Sclafani Bagni e Valledolmo.
Nei siti degli stessi comuni partner si potranno visionare gli avvisi per presentare la manifestazione di interesse e mettere a disposizione gli spazi. È possibile partecipare all’avviso fino al 30 ottobre.
17.09.2020

Gli articoli in primo piano
CRONACA Un “coprifuoco” dalle 23 alle cinque di mattina, la sospensione delle lezioni in presenza nelle...
CRONACA Un’intera classe del liceo classico Mandralisca di Cefalù è in isolamento fiduciario. Uno...
CRONACA Scompare l’artista termitano del presepe Mimmo Chiavetta. E poche ore dopo muore anche il fratello...
CRONACA Il palazzo comunale di Polizzi Generosa, l’ex convento dei gesuiti, diventerà anche palazzo della...
CRONACA I carabinieri di Termini Imerese hanno arrestato sei palermitani di età compresa tra i 20 e i 50...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Contatti: redazione@lavoceweb.com Direttore Responsabile: Franco Nicastro Copyrights 2008 © lavoceweb.com