Cerca
domenica, 20 settembre 2020 ore 22:03
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS

Morta Caterina Consolo,
memoria dello scrittore

Otto anni dopo se ne va anche la vedova di Vincenzo Consolo. Caterina Pilenga, morta a Milano a 90 anni, era ormai la custode attenta e scrupolosa delle carte e dei documenti dello scrittore scomparso nel 2012. Fino all’ultimo ha lavorato alla sistemazione dei fascicoli e delle carte con le annotazioni autografe dell’autore del “Sorriso dell’ignoto marinaio”.
A quel prezioso patrimonio, poi acquisito dalla fondazione Arnoldo Mondadori, ha lavorato a lungo Gianni Turchetta, l’italianista che ha curato per la collana dei Meridiani Mondadori le opere complete di Consolo. In quell’archivio lo scrittore raccoglieva non solo annotazioni e corrispondenze personali con i grandi personaggi della cultura, e soprattutto con Leonardo Sciascia, ma anche il materiale utilizzato per i suoi libri.
Caterina Pilenga ha raccontato che per ogni volume Consolo creava un fascicolo nel quale confluivano ritagli, note e memorie da utilizzare per la stesura dei testi. Il suo era un lavoro sistematico e prezioso. Per il “Sorriso dell’ignoto marinaio”, per esempio, durante la composizione del romanzo, piuttosto lunga e tormentata, lo scrittore teneva dietro la scrivania una grande mappa di Cefalù. Gli serviva per ricostruire e descrivere i percorsi di Enrico Pirajno di Mandralisca. Annotava tutto Consolo, anche i nomi delle vecchie strade nelle quali si svolgeva la vicenda narrata nel romanzo. Prezioso era stato anche il volume di Salvatore Di Paola “Toponomastica storica di Cefalù”. Nella copia consultata e riversata nell’archivio, lo scrittore aveva annotato a matita alcuni dettagli. Questa consultazione gli era servita per usare l’antica denominazione di corso Ruggero, che era chiamata Strada Regale all’epoca del barone. Questo dà anche la misura della precisione e del valore che Consolo assegnava ai nomi e alle parole.
A partire dal romanzo e dal suo legame con la città, alla quale ha dedicato due dei suoi nove libri, Consolo seguiva con attenzione la vita culturale di Cefalù. Non solo dal suo osservatorio milanese ma anche partecipando alle iniziative pubbliche nelle quali era chiamato da protagonista. Tra le più recenti se ne ricordano due in modo particolare: il premio giornalistico Mario Francese del 2006 e gli Incontri d’estate del 2007. Consolo era in compagnia della moglie che lo seguì anche quando il Comune di Gratteri (sindaco Giuseppe Muffoletto, assessore alla cultura Gianni Farrauto) dedicò una strada a Leonardo Sciascia. Quella fu una delle ultime occasioni in cui Consolo intervenne personalmente.
La presenza di Caterina Pilenga era assidua e partecipata. Era lei discretamente a dedicarsi alla conservazione delle memorie del marito. Originaria di Urgnano (Bergamo), dove sarà sepolta, lei e lo scrittore si erano conosciuti a Milano negli anni sessanta. Entrambi lavoravano per la Rai. Alla fine del 1979 la donna fu coinvolta in un'inchiesta sul terrorismo e sul gruppo di Toni Negri. Ma le accuse, che erano secondarie, furono ridimensionate e ridotte a semplici conoscenze con alcuni esponenti dell'area dell'autonomia. In sua difesa si era schierato anche Leonardo Sciascia il quale non credeva “assolutamente che potesse vivere quella doppia vita che le attribuiscono”. E aggiungeva: “Se per caso si è trovata a conoscere qualcuno è stato per il suo modo di vivere generosamente”. Storia passata e archiviata. C’era altro, una grande e discreta vivacità culturale, nella vita di Caterina Pilenga.
02.09.2020
Fausto Nicastro

Gli articoli in primo piano
POLITICA Tutti gli occhi sono puntati su Termini Imerese, il centro più grosso della provincia di Palermo:...
CRONACA Una Tac al cuore nel tempo di un solo battito, un esame total body in un secondo. È la nuova...
CRONACA Firmato il contratto, presto cominceranno i lavori di restauro e sistemazione dell'accesso...
CULTURA & SPETTACOLI Un secolo fa, il 10 aprile 1920, il Comune di Castelbuono acquistò in un’asta pubblica il...
CULTURA & SPETTACOLI Sono partiti da Gratteri gli incontri volti a sensibilizzare la comunità madonita sui temi del...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Contatti: redazione@lavoceweb.com Direttore Responsabile: Franco Nicastro Copyrights 2008 © lavoceweb.com