Cerca
sabato, 08 agosto 2020 ore 16:46
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS

Cent’anni dall’asta, il castello
di Castelbuono ricorda

In mostra oggetti prestati dai cittadini
Cento anni fa – era il 10 aprile 1920 – il sindaco del tempo, Mariano Raimondi, acquistò all’asta il castello dei Ventimiglia a Castelbuono. Tra le iniziative che ricordano quell’evento storico c’è la mostra “La Stanza delle Meraviglie” che dal 30 luglio sarà aperta a cura del Museo Civico. È un’esposizione di centinaia di oggetti prestati dai cittadini e raccolti in un prezioso allestimento realizzato come le settecentesche wunderkammer.
L'esposizione, che sarà inaugurata alle ore 18 del 30 luglio, potrà essere visitata fino al 28 marzo 2021. Fa parte del progetto “L'Asta del 1920”, curato da Maria Rosa Sossai, in collaborazione con Angelo Cucco. I cittadini di Castelbuono sono coinvolti già da un anno nella riappropriazione della memoria collettiva e del valore della condivisione.
In mostra ci sono più di 200 oggetti prestati da singoli cittadini, associazioni, scuole, confraternite. Seguendo la suggestione delle Wunderkammer che nel Seicento e nel Settecento custodivano collezioni di oggetti unici, eccentrici e preziosi, “La Stanza delle Meraviglie” intende celebrare il valore dell'acquisizione del Castello dei Ventimiglia con una colletta pubblica. Nel 1920 il Castello era stato messo in vendita a un'asta giudiziaria al tribunale di Termini. L’evento viene ora rievocato per il valore valore civico e culturale dell’operazione con la quale i castelbuonesi decisero di dare il loro contributo al fine di raccogliere la cifra sufficiente per l'acquisto.
Nella “Stanza delle Meraviglie” sono esposti gli oggetti che i castelbuonesi hanno ora generosamente dato in prestito al museo. Gli oggetti, simboli di appartenenza identitaria, risalgono quasi tutti alla prima metà del Novecento. Si tratta di suppellettili di varia natura, strumenti di lavoro, abiti, cappe, abitini delle confraternite, scarpe, documenti, borse, gioielli, foto, insegne e altri materiali che rappresentano la storia di una comunità. “La Stanza delle Meraviglie” è il cuore del progetto L'Asta del 1920, iniziato nel 2019 con una serie di assemblee e di incontri con i cittadini e con le scuole, durante i quali sono state discusse insieme le iniziative da organizzare per celebrare il centenario.
Per l'occasione, l'azienda Fiasconaro ha realizzato un omaggio creato con i suoi prodotti dolciari, dedicato al castello dei Ventimiglia ed esposto al museo.
Per l’acquisto del castello all’asta il sindaco Raimondi pagò 20.500 lire che era allora una bella cifra. Diventato bene demaniale comunale, il castello è ora gestito dal Museo Civico che ha ideato eventi commemorativi del centenario.
18.07.2020

Gli articoli in primo piano
CRONACA Se ne va un pezzo di storia della Sicilia democratica e una protagonista delle lotte sociali. È...
CRONACA Quando cominciai a frequentare l'abitazione di Lorenzo Mazzola e Lucia Mezzasalma in via Emanuele...
CULTURA & SPETTACOLI La musica e il sole, le stelle e la letteratura, in un gioco di intrecci capace di fare scoprire la...
CRONACA Sono diventate subito virali le immagini amatoriali, davvero spettacolari, della tromba d’aria che...
CRONACA Alleggerimenti fiscali, massicci interventi di sostegno ai servizi sociali e allo sviluppo degli...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Contatti: redazione@lavoceweb.com Direttore Responsabile: Franco Nicastro Copyrights 2008 © lavoceweb.com