Cerca
domenica, 31 maggio 2020 ore 7:55
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS

Il presidente del Giglio
ai sindaci: ecco il piano

Meli cambia idea e approva
Il presidente della Fondazione Giglio, Giovanni Albano, ha sentito in video conferenza alcuni e di presenza altri i sindaci del distretto sanitario 33: Cefalù, Lascari, Isnello, Castelbuono, Pollina, Collesano, San Mauro Castelverde, Gratteri e Campofelice di Roccella. In questi giorni hanno condiviso con Rosario Lapunzina una posizione critica nei confronti del piano Covid. Ma il sindaco di Collesano, Giovanni Battista Meli, ha intanto cambiato idea. Lo dice lui stesso in un post sui social.
"Ho ascoltato il dott. Albano - scrive - e non sono rimasto insensibile alle sue preoccupazioni. Ho percepito anche il carico di responsabilità unito alle pressioni di un intero territorio che chiede conto e ragione di ciò che nessuno è in grado di prevedere possa avvenire un domani". E poi la spiegazione del cambio di rotta: "Le carte in periodo di guerra cambiano ogni giorno e quello che in altri periodi è inaccettabile, in guerra diventa possibile". Infine: "La verità è che nessuno di noi oggi è in grado di giudicare ciò che è giusto o sbagliato".
Un comunicato della Fondazione informa che Albano “ha illustrato le procedure e i percorsi che la Fondazione ha pianificato e realizzato nel caso in cui dovesse essere attivato un reparto Covid come previsto nel piano di intervento ospedaliero per l’emergenza Covid19 dell’assessorato regionale alla salute.
Il piano prevede, si legge nella nota, “l’attivazione di una unità Covid a Cefalù, solo in fase tre e dal 20 aprile in caso di picco dell’epidemia e di saturazione dei posti letto nelle altre strutture”. Rispetto alle ipotesi originarie il piano sarebbe stato dunque rimodulato. Ma la nota non si sofferma sui dettagli e sulle misure adottate.
Albano ha poi sottolineato che “è stato dato seguito alle indicazioni dell’assessorato regionale alla salute per prepararci ad affrontare questa drammatica emergenza, dotando il Giglio di tecnologie e presidi idonei a dare la migliore risposta in termini di assistenza sanitaria ai nostri pazienti”. Dopo avere richiamato le procedure e i percorsi seguiti, ha detto: “Noi siamo pronti a fare la nostra parte”.
02.04.2020

Gli articoli in primo piano
CRONACA Le Torri della cattedrale di Cefalù hanno riaperto le loro porte in via eccezionale per la...
CRONACA A Nicola Fiasconaro, l’eccellenza siciliana che riesce a vendere il panettone ai milanesi, è...
CRONACA Il crollo dei contagi (solo due nelle ultime 24 ore) e un altro balzo di guariti: 139. È ancora...
CRONACA Condannato in primo grado, sospeso e ora assolto in appello. Giacomo Ilardo, ex sindaco del Pd di...
CRONACA Da tre a quattro manifestazioni di interesse per l’ex stabilimento Fiat di Termini Imerese. E in...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Contatti: redazione@lavoceweb.com Direttore Responsabile: Franco Nicastro Copyrights 2008 © lavoceweb.com